Maxwell Osei di Gironico, il ragazzo annegato a Villa Geno

Frequentava il Cfp di Monte Olimpino

Maxwell Osei (foto da Facebook)

Maxwell Osei aveva 15 anni. Originario del Ghana, abitava a Gironico. Studiava al Centro di formazione professionale (Cfp) di Monte Olimpino dove frequentava il corso di sala bar. Per festeggiare la fine della scuola insieme ai compagni e agli amici aveva deciso di andare a fare il bagno nel lago davanti a Villa Geno. Un tuffo dal pontile che gli è stato fatale. Maxwell è morto dopo il disperato trasporto in elicottero all'ospedale.

Il tuffo senza più riemergere

Intorno a mezzogiorno Maxwell Osei (nella foto tratta da Facebook) si è tuffato con gli amici nelle acque del Lago di Como, in fondo a viale Geno, proprio in quel tratto di lago dove già in passato si sono consumate tragedie accidentali e dove ragazzini hanno perso la vita. In quel tratto il foindale degrada velocemente. A poche bracciate dalla riva l'acqua è già profonda. Dopo pochi istanti Maxwell è scomparso inghiottito dall'oscurità del lago. Impossibile per gli amici scorgerlo sotto la superficie dell'acqua. Quando non lo hanno visto più riemergere i compagni hanno allertato i soccorsi.

I soccorsi

In pochi minuti sono giunti sul posto i vigili del fuoco con l'unità di sommozzatori che hanno setacciato il fondale nel punto dove il ragazzo di Gironico si era appena tuffato. Sono stati attimi a dir poco drammatici che si sono protratti per quasi mezz'ora. FInalmente i sub hanno individuato il ragazzo adagiato sul fondale a circa nove metri di profondità. Una volta tratto fuori dall'acqua e adagiato sul pontile il personale e il medico del 118 hanno iniziato le manovre di rianimazione. Il massaggio cardiaco è sembrato funzionare. Il cuore di Maxwell ha ripreso a battere ridando speranza ad amici e a soccorritori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La disperata corsa in ospedale

A quel punto si è tentato il tutto per tutto: è stato utilizzato il massaggiatore cardiaco automatico per tutto il trasporto fino all'ospedale. L'ambulanza della Croce Rossa ha portato il ragazzo alla base dell'elisoccorso di Villa Guardia e da lì l'elicottero è decollato alla volta dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Nel pomeriggio, purtroppo, la notizia che ha stroncato ogni speranza: Maxwell non ce l'ha fatta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Auto cade nel lago: morta una ragazza in via per Cernobbio

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Tatiana Ortelli, la ragazza morta nell'incidente in via per Cernobbio

  • Eupilio: si cerca Mattia Gandola nel lago, forse annegato

  • Incidente via per Cernobbio, arrestato il ragazzo alla guida per reato stradale: aveva bevuto troppo

Torna su
QuiComo è in caricamento