Il giallo della morte di Mattia Mingarelli, nuovo sopralluogo nei boschi della Valmalenco

Perito nominato dalla famiglia, carabinieri e anatomopatologo al lavoro per ricostruire il percorso del giovane dal rifugio al luogo del ritrovamento del corpo

Mattia Mingarelli

Vogliono vederci chiaro e chiedono certezze i familiari di Mattia Mingarelli, il 30enne agente di commercio di Albavilla scomparso il 7 dicembre 2018 a Chiesa Valmalenco e ritrovato morto poco distante alla vigilia di Natale.
Venerdì 4 gennaio 2019 è in programma un nuovo sopralluogo nei boschi in località ai Barchi e nella ski area dell'alpe Palù cui prenderanno parte l'anatomopatologo che ha eseguito l'autopsia sul corpo del giovane, i carabinieri e il perito nominato dalla famiglia, Umberto Genovese dell’istituto di Medicina legale della Statale di Milano.

Torneranno dove è stato trovato il corpo di Mattia Mingarelli per capire se le fratture riscontrate sul cadavere siano compatibili con una caduta in quel luogo e per ricostruire il percorso che il 30enne di Albavilla avrebbe fatto per arrivarvi dalla zona dei Barchi da cui era partito. 
Si attendono anche gli esiti degli esami tossicologici e i risultati del sopralluogo dei Ris di Parma su quanto sequestrato al rifugio (ancora sotto sequestro così come la baita del giovane) in cui Mattia sarebbe stato visto per l'ultima volta. Da ricostruire anche i suoi ultimi spostamenti.
Le fratture al capo riscontrate durante l'autopsia sarebbero compatibili sia con una caduta accidentale sia con un colpo inferto alle spalle: si continua dunque a indagare a 360 gradi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento