Inseguimento a Como, ruba un'auto e scappa dalla polizia: arrestato a Monte Olimpino

Folle fuga su via Bellinzona: portato in Questura ha anche aggredito gli agenti

Repertorio

Ha rubato un'auto al parcheggio dell'Ippocastano di Como sotto gli occhi del proprietario, poi è fuggito, ma è stato arrestato, dopo un inseguimento in via Bellinzona, dalla polizia a Monte Olimpino.
Rocambolesco episodio nella mattina di domenica 12 agosto 2018.

Il furto

Tutto è iniziato verso le 8.30 quando la sala operativa della Polizia di Stato ha ricevuto una richiesta d’intervento da parte di un cittadino che aveva appena assistito al furto della propria vettura, una Fiat Palio, lasciata in sosta pochi istanti prima nel parcheggio dell'Ippocastano in via Aldo Moro a Como con le chiavi inserite.

L'inseguimento

L’operatore della centrale operativa ha quindi diramato subito l'avviso di ricerca a tutte le volanti e dopo pochi minuti la vettura segnalata è stata intercettata da un equipaggio del Nucleo Volanti in via Bellinzona a Monte Olimpino. Ne è scaturito un inseguimento, nel corso del quale il conducente alla guida dell’autovettura rubata ha aumentato la velocità, peraltro già sostenuta quando è stato rintracciato dalla polizia, per poi arrestare improvvisamente la corsa, all’altezza di via Oldelli, e tentare di dileguarsi a piedi.

Il ladro, però, non è andato lontano ed è stato raggiunto dagli Agenti della Volante. Ha cercato di sottrarsi al controllo divincolandosi energicamente, ma è stato portato in Questura a Como per gli accertamenti d irito: anche qui ha continuato a reagire, scagliandosi contro gli agenti, dapprima verbalmente, con ripetuti oltraggi e minacce, poi fisicamente tentando di colpirli con calci e pugni.
Nei guai è finito un uomo di 35 anni, italiano, A.P. le sue iniziali, residente a Como. In tasca aveva anche un cellulare di proprietà del titolare della vettura rubata. Il proprietario dell'auto ha poi formalizzato la denuncia, riconoscendo nel 35enne l’autore del furto del veicolo.

L'arresto

Il 35enne è stato quindi arrestato con l’accusa di furto aggravato e resistenza e violenza a pubblico ufficiale e, nella mattinata di lunedì 13 agosto 2018, processato in Tribunale a Como con rito direttissimo: è stato condannato a una pena di 1 anno e 2 mesi di reclusione. L'uomo è stato quindi portato nel carcere Bassone di Como.

Potrebbe interessarti

  • Lago di Como esondato in piazza Cavour, lungolago chiuso: i percorsi alternativi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Sciopero trasporti a Como: giovedì 13 giugno a rischio treni Trenord, bus Asf e funicolare

  • Como, lungolago chiuso per esondazione: caos traffico in città

I più letti della settimana

  • Omicidio a Veniano, ragazzo accoltellato dopo una lite durante la festa di paese

  • Picchia a sangue con un bastone e violenta la moglie incinta: uomo arrestato a Como

  • Jennifer Aniston: "Il Lago di Como è bellissimo"

  • Esondazione del lago di Como, la mega gallery con tutte le vostre foto

  • Hans Junior Krupe, il ragazzo ucciso a Veniano

  • Como, paura al passaggio a livello: auto intrappolata tra le sbarre

Torna su
QuiComo è in caricamento