Cantù, investito dal corriere in retromarcia: morto uomo di 74 anni

Stava tornando a casa a piedi

Foto di repertorio

Un uomo di 74 anni è stato investito a Cantù poco dopo le 10.30. L'incidente è avvenuto in via Ginevrina da Fossano. Le condizioni dell'uomo sono apparse subito disperate, tanto è vero che il personale del 118 ha richiesto l'intervento dell'elisoccorso. L'uomo è stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale Circolo di Varese dove è morto nel primo pomeriggio. Sulla dinamica dell'incidente indagano gli agenti della polizia locale di Cantù.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo una prima ricostruzione l'uomo sarebbe stato investito da un furgone delle consegne pacchi mentre stava rincasando. Il 74enne stava andando verso la sua abitazione e si trovava in una stretta via laterale alla principale. Il corriere sarebbe entrato in quella via in retromarcia e non avrebbe visto il pensionato e lo avrebbe trascinato per una ventina di metri. Sono intervenuti i vigili del fuoco per disincastrare l'uomo rimasto intrappolato tra le ruote del veicolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

Torna su
QuiComo è in caricamento