Incidente a Lipomo, frontale in via per Montorfano: 3 feriti

Auto semidistrutte nel violento scontro

L'incidente di Lipomo (foto VIgili del Fuoco)

Violento incidente frontale a Lipomo in via per Montorfano nella mattina di giovedì 10 gennaio 2019: l'impatto tra due auto è avvenuto verso le 8. Nello scontro sono rimaste ferite tre persone, un uomo e una donna di 75 anni e una donna di 41 anni.
Subito è scattato l'allarme e sono stati chiamati i soccorsi per prestare aiuto agli automobilisti: in via per Montorfano sono arrivate due ambulanze da Lipomo ed Erba e un'automedica, partite in codice rosso.


Intervenuti anche i vigili del fuoco per aiutare il personale medico ad estrarre i feriti dalle vetture e per mettere in sicurezza la strada e i mezzi, semidistrutti nel violento frontale come si vede nelle foto scattate dai vigili del fuoco. I feriti sono stati portati in ospedale, alcuni in codice giallo, altri in verde al Sant'Anna e a Erba.
Rallentamenti e code sulla strada per permettere i soccorsi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Editoriale

    Paratie: la sinistra (smarrita) abbraccia Lucini dopo la condanna di primo grado

  • Trasporto ferroviario

    Treno merci esce dai binari a Carimate: ritardi e cancellazioni, mattinata di passione per i pendolari Trenord

  • Scuola

    Gran premio di matematica, tre scuole comasche in gara

  • Albate

    Incidente a Como, donna investita ad Albate

I più letti della settimana

  • Ladri come furie a Cavallasca: le rompono il respiratore polmonare, le uccidono gli uccellini e le avvelenano il gatto

  • Escort a Como: chi, quante e dove sono

  • Tassista di Carugo ucciso mentre soccorre i feriti sulla Milano-Meda: preso il pirata della strada

  • Tassista di Carugo travolto e ucciso da un'auto sulla Milano-Meda: stava aiutando dei feriti dopo un incidente

  • Eugenio Fumagalli di Carugo, il tassista travolto e ucciso mentre aiutava i feriti sulla Milano-Meda

  • Como, truffa all'esame della patente: il bottone era una microcamera

Torna su
QuiComo è in caricamento