Barni, abitava a Magreglio l'uomo investito lungo la provinciale

La figlia in ospedale in condizioni critiche

Si chiamava Cosimo Damiano Maffettone l'uomo travolto da un'auto domenica 27 ottobre 2019 mentre camminava lungo la provinciale tra Barni e Magreglio insieme alla figlia.

Aveva 68 anni ed era residente a Magreglio. L'auto, sbandando per cause ancora da chiarire ma pare non legate alla velocità, ha investito sia lui sia la figlia 44enne che ora si trova ricoverata in condizioni critiche all'ospedale "Manzoni" di Lecco. A causa dell'urto, l'uomo è stato sbalzato oltre la protezione a lato strada, finendo sul greto del fiume Lambro, che scorre parallelo alla carreggiata, un paio di metri più sotto. L'impatto con l'auto e la caduta gli sono stati fatali. A nulla hanno potuto i soccorritori giunti numerosi sul posto.
La figlia, invece, è stata elitrasportata in ospedale in gravissime condizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'auto che ha travolto i due pedoni viaggiava invece una coppia con un bambino di 6 anni e una bambina di 9. Tutti illesi, ma evidentemente sconvolti da quanto accaduto. Sulla dinamica dell'incidente sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri di Asso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Tragedia in Valchiavenna, 37enne di Mariano Comense precipita in un dirupo e muore

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • I 7 punti panoramici dove vedere il Lago di Como

Torna su
QuiComo è in caricamento