Il rettore del Gallio scrive ai genitori: "Palestra aperta ai profughi della stazione"

Il Collegio Gallio si attiva per dare aiuto ai migranti accampati alla stazione San Giovanni di Como. Una scelta che non trova, forse, la piena condivisione da parte di tutti i genitori degli alunni iscritti al collegio, ma che il rettore ha...

culla-migranti-lu16-2

Il Collegio Gallio si attiva per dare aiuto ai migranti accampati alla stazione San Giovanni di Como. Una scelta che non trova, forse, la piena condivisione da parte di tutti i genitori degli alunni iscritti al collegio, ma che il rettore ha voluto spiegare e motivare con una lettera indirizzata a tutte le famiglie degli studenti. Nella lettera mandata via mail il rettore Giovanni Benaglia ha reso noto di avere messo a disposizione dei migranti gli spogliatoi della palestra della scuola. Sarà questa l'unica area concessa per dare un aiuto ad affrontare l'emergenza profughi. Qui di seguito la lettera integrale

In questi giorni ci è stata chiesta dalla Caritas Diocesana la disponibilità di far utilizzare docce e bagni per far fronte ad una situazione umanitaria e sanitaria particolarmente critica che riguarda i profughi “accampati” presso la stazione di Como S. Giovanni.

In un primo momento anche a noi Padri Somaschi non era sembrato opportuno concedere degli spazi frequentati anche da bambini in tenera età.

Tuttavia valutando la questione con maggior attenzione, non potendo rimanere insensibili agli appelli frequentemente rivolti da papa Francesco, nella consapevolezza che non possiamo educare i nostri alunni ai valori del vangelo solo con le parole, ci è sembrato giusto che il Collegio Gallio desse il proprio contributo, avendo la massima cura di non esporre i nostri alunni a situazioni particolarmente pericolose o inidonee.

Il primo messaggio che ho ricevuto è stato quello di una mamma che mi chiedeva quale contributo potesse offrire in questa emergenza. Questo mi ha fatto immenso piacere e mi ha incoraggiato in questa scelta.

Presento in sintesi le caratteristiche del progetto. Abbiamo messo a disposizione i due spogliatoi della palestra con ingresso da via Barelli e questa sarà l’unica zona del collegio accessibile. Ci sarà una vigilanza costante da parte di associazioni legate alla Caritas. Le pulizie saranno affidate ad una ditta specializzata.

L’accesso sarà regolamentato da un orario. Il periodo interessato sarà da sabato 23 luglio fino al massimo domenica 28 agosto, nella speranza che l’emergenza possa esaurirsi prima.

Erano già previsti lavori di tinteggiatura dei locali che verranno realizzati prima dell’inizio delle lezioni, ad essi si aggiungeranno interventi di igienizzazione.

Nella speranza che possiate condividere questa scelta sentendovi partecipi di un’opera di misericordia, particolarmente significativa in quest’anno santo della Misericordia, vi auguro buone vacanze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rivoluzione in Svizzera: primo sì alla "vignetta elettronica" dell'autostrada

  • Dieci gite in giornata a partire da Como: una mini-guida per non restare a corto di idee

  • Nuova stella Michelin per Vincenzo Guarino de L'aria di Blevio

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e sul lago

  • I 6 negozi dove acquistare le più belle decorazioni per Natale

  • Ospizio lager a Pianello del Lario: la titolare aveva guadagnato mezzo milione di euro

Torna su
QuiComo è in caricamento