Scoppi e fumo alla ditta Henkel, la ditta: "Solo vapore acqueo, nessun rischio"

Allarme nella notte tra la popolazione

Momenti di ghrande preoccupazione tra popolazione di Lomazzo residente nelle vicinanze della Henkel, la ditta di viale Como specializzata nella produzione di prodotti detergenti. Poco prima di mezzanotte (tra il 13 e il 14 ottobre 2019) al comando dei vigili del fuoco è giunta la chiamata di allarme per presunte esplosioni accompagnate da fuoriuscita di fumo dall'impianto. Immediatamente sono intervenute sei squadre dei vigili del fuoco. Ingente la mobilitazione di uomini e mezzi vista la pericolosità delle sostanze trattate nella fabbrica. In realtà si è presto scoperto che i boati e il fumo (che in realtà era vapore acqueo) erano causati da una valvola di sovrappressione malfunzionante. Il problema è stato presto risolto. Dal comando dei pompieri hanno fatto sapere che non c'è statio alcun rischio per la sicurezza e la salute pubblica.

Nel pmeriggio la Henkel ha diffuso una nota stampa: "In relazione agli allarmi di questa notte, desideriamo confermare che la situazione presso il nostro stabilimento produttivo di Lomazzo è sotto pieno controllo e gli impianti funzionano regolarmente. Questa notte sono state segnalate due situazioni, prontamente verificate dalle autorità e dai tecnici presenti sul sito. In entrambi i casi si è trattato di una fuoriuscita di vapore acqueo, del tutto inodore, priva di qualsiasi rischio per la popolazione e i dipendenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Dieci gite in giornata a partire da Como: una mini-guida per non restare a corto di idee

  • Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Evasione e frode fiscale nei rally: tre società nei guai per 12 milioni di euro di false fatture

Torna su
QuiComo è in caricamento