Alzate, rubano pluviali di rame a Villa Odescalchi e minacciano il custode con una tegola: arrestati

In manette due milanesi di 36 e 39 anni, trovati anche in possesso di droga

Carabinieri sventano furto di pluviali di rame (foto repertorio)

Hanno cercato di rubare i pluviali di rame da Villa Odescalchi ad Alzate Brianza, ma sono stati sorpresi dal custode e per fuggire non hanno esitato a minacciarlo di morte con una tegola. 
Arrestati dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NOR di Cantù e della Stazione di Lurago d’Erba due italiani, M.N., 36enne residente nel milanese, e M.G. anche lui milanese di 39 anni con l'accusa di tentata rapina in concorso e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (i due avevano con sè infatti anche 160 grammi di marijuana).
E' successo nella serata di mercoledì 20 marzo 2019:  secondo quanto ricostruito dai militari i due si erano introdotti dentro Villa Odescalchi con l’intento di asportare dei pluviali in rame, ma sono stati sorpresi dal custode della villa con il quale hanno avuto una collutazione. Il custode è stato minacciato di morte dai due che brandivano una tegola raccolta nel frattempo.

Durante le successive perquisizioni, inoltre,i due sono stati trovati in possesso di 160 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana (posta in sequestro penale). Gli arrestati sono stati portati nel carcere Bassone di Como in attesa di giudizio di convalida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: arrestato

  • Como, aliante caduto a Tavernola

  • Il primario del Sant'Anna: "Mascherine, distanziamento sociale e lavaggio quasi ossessivo delle mani"

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

  • Cantù, minaccia di morte e perseguita per mesi l'ex socio: denunciato

  • Spostamenti tra le Regioni, la decisione sarà presa in base ai dati (e probabilmente con poco preavviso)

Torna su
QuiComo è in caricamento