Frode fiscale per 20 milioni di euro: denunce e sequestri a Como

False fatture, in manette amministratori di aziende anche di Lecco, Monza, Varese, Reggio Calabria e Messina

Un'inchiesta per frode fiscale ha portato alla deununcia di 22 persone e al sequestro prevventivo di beni mobili e immobili e di conti correnti riferiti a amministratori di aziende dislocate sulla provincia di Como, ma anche a Monza, Varese, Lecco, TReggio Calabria e Messina.

La frode e le indagini

L'inchiesta è coordinata dal pm della Procura di Como, Pasquale Addesso. Dalla mattina del 18 maggio 2018 è in corso da parte degli uomini della guardia di finanza di Olgiate Comasco e Como l'esecuzione di un decreto preventivo di sequestro emesso dal gip. Le indagini, infatti, hanno consentito di ricostruire un'articolata frode fiscale attuata da diciotto cooperative dal 2011 al 2015 con l'emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, per un importo complessivo di 20 milioni di euro, finalizzate alla creazione di crediti iva fittizzi a favore di un consorzio.

Come avveniva la frode

Le cooperative sono risultati solo dei contenitori della forza lavoro, gestite dalla stessa governance del consorzio, su cui dirottare gli adempimenti tributari che non sono stati mai assolti. Il consorzio rappresentava, invece, un operatore economico credibile sul mercato, in grado di essere particolarmente competitivo grazie al meccanismo illecito realizzato attraverso le cooperative.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunce e sequestri

Le Fiamme Gialle di Como hanno denunciato 22 persone, di cui 4 gestori di fatto e 18 amministratori di diritto, residenti nelle province di Como, Lecco, Varese, Monza Brianza, Reggio Calabria e Messina, ritenuti a vario titolo responsabili dei reati di emissione di fatture per operazioni inesistenti, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture false, omessa dichiarazione, occultamento e distruzione di documenti contabili. Nel corso delle operazioni sono già stati sequestrati 4 immobili di cui 1 villa con 14 vani, denaro contante depositato in 89 conti correnti e 2 autoveicoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Como, aliante caduto a Tavernola

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • Ibrahimovic: gita con il compagno Hakan Calhanoglu sul Lago di Como

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

Torna su
QuiComo è in caricamento