Arrestato estorsore: chiedeva soldi a un imprenditore di Mariano Comense

Furti, minacce e danni contro un'azienda di arredamento

Carabinieri di Mariano Comense

Arrestato a Mariano Comense estorsore di 62 anni. L'uomo ha chiesto e preteso da un imprenditore marianese del settore dell'arredo somme in denaro per compensare il mancato affidamento di un appalto di rimozione di rifiuti speciali che la ditta aveva aggiudicato a un altro operatore.

I carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, nel corso della serata di sabato 10 febbraio 2018, hanno arrestato l'uomo mentre prendeva dalle mani dell'imprenditore la somma in denaro contante di 1.000 euro. 

La denuncia è stata sporta dal titolare dell'azienda di arredamenti lo scorso 8 febbraio - due giorni prima dell'arresto - poiché il 62enne estorsore si era reso responsabile di una serie di minacce, furti e danneggiamenti finalizzate all’ottenimento della somma richiesta quale indennizzo per il mancato contratto stipulato.

E’ così che, a seguito di un’approfondita attività d’indagine, consistita in analisi di tabulati telefonici, vaglio di conversazioni intercorse tra la vittima e l'arrestato, nonché servizi di pedinamento, i militari sono intervenuti presso la sede della società di arredamento al momento della consegna del pagamento, traendo in arresto l'estorsore. Il 62enne è stato rinchiuso nel carcere Bassone di Como.

Potrebbe interessarti

  • Como, i geni della segnaletica: strisce da rifare dopo due giorni

  • La Valle Intelvi cerca un medico: vitto e alloggio gratis

  • Como, sciopero funicolare e treni Trenord: i giorni e gli orari, tutte le informazioni

  • Troppe biciclette a bordo: un esercito di riders blocca il treno da Milano a Como

I più letti della settimana

  • Cermenate, si spara davanti al bar: morto 32enne

  • Como, i geni della segnaletica: strisce da rifare dopo due giorni

  • Dramma a Montano Lucino: 37enne trovato morto nel parcheggio del cinema

  • I 10 eventi da non perdere in questo weekend a Como e al lago

  • Scoppia il serbatoio di Gpl, un morto a Gravedona

  • Mauro Pigazzini di Garlate, l'uomo morto nell'esplosione del serbatoio di Gpl a Gravedona

Torna su
QuiComo è in caricamento