Como, polizia locale sequestra 1,1 chili di droga: arrestato 21enne di Tavernola

Tutti i dettagli dell'operazione. Il giovane deteneva ecstasy, hashish e marijuana

La droga sequestrata a Tavernola dalla polizia locale di Como

Un ragazzo di 21 anni di Como, residente a Tavernola, è stato arrestato martedì 12 settembre dagli agenti della polizia locale di Como.

L'accusa è di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L'operazione, illustrata in una conferenza stampa al comando di viale Innocenzo XI mercoledì 13 settembre, è stata portata a termine dagli uomini dell'unità operativa di sicurezza urbana.

Tutto è iniziato intorno alle 16 quando una pattuglia in borghese impegnata in un'attività di controllo del territorio per combattere lo spaccio di droga ha notato un giovane (una faccia già conosciuta dagli agenti) che viaggiava in motorino lungo via Conciliazione a Tavernola con un'andatura pericolosa. 

Quando gli uomini gli hanno intimato l'alt, il giovane ha inizialmente accostato sulla destra, salvo poi fare rapidamente inversione di marcia e fuggire lungo via per Cernobbio.

Gli agenti sono risaliti alla sua identità e residenza tramite la targa del motorino e si sono appostati sotto la sua abitazione.

Qui, in cortile, era parcheggiato un altro motorino, dal cui sottosella proveniva un odore sospetto, risultato dalle verifiche immediate tramite la targa sempre di proprietà del ragazzo.

Dopo un po' di tempo il giovane è rientrato, dapprima aggirandosi con fare circospetto in cortile, poi andando a recuperare il motorino su cui lo avevano fermato gli agenti che aveva abbandonato in una via poco distante. Tornato all'abitazione, dopo essersi guardato in giro, si è diretto al mezzo parcheggiato cercando di aprire velocemente il sottosella con la chiave. A quel punto è stato bloccato dagli uomini della polizia locale: dapprima ha negato di essere il proprietario del motorino, poi, davanti all'evidenza, ha desistito senza opporre resistenza.

Nel sottosella erano custoditi 3 buste da 900 grammi e un panetto da 29 grammi di marijuana, 17 ovuli per 160 grammi complessivi di hashish e un involucro con 6 grammi di ecstasy, per un totale di circa 1,1 kg di droga e un valore di 10mila euro.

Intorno alle 18 l'operazione si è conclusa con l'accompagnamento del giovane al comando di viale Innocenzo: classe 1996, G.I. le sue iniziali, italiano, nato e residente a Como, a Tavernola, ha precedenti specifici per detenzione ai fini di spaccio e una condanna nel 2014 sempre connessa alla droga, come spiega il comandante capo della polizia locale di Como Aurelio Giannini.

E' stato portato al carcere Bassone di Como dove è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

"E' un'operazione che si è potuta concludere positivamente e in breve tempo grazie all'intuito degli agenti - ha detto il comandante della polizia locale di Como Donatello Ghezzo - Sono certo che non sarà l'ultimo risultato del genere perchè l'investimento che stiamo facendo è forte".

In questo video gli agenti dell'unità operativa di sicurezza urbana mostrano uno dei test che fanno per verificare che le sostanze sequestrate siano veramente nocive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polzia locale di Como non è nuova ad operazioni anti-droga. Il 17 marzo 2016 i vigili hanno fermato due cinesi con ben 340 dosi di metanfetamine. Sostanza destinata al mercato comasco, come presumibilmente lo era la droga sequestrata al giovane di Tavernola. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

  • Idee anticrisi, ecco i dining bonds: li paghi meno di quello che valgono, li spendi alla riapertura del ristorante

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • 81 morti per coronavirus all'ospedale Sant'Anna dall'inizio dell'emergenza

Torna su
QuiComo è in caricamento