In dogana con 50mila euro nel reggiseno e nei calzini

Una coppia di italiani residenti in Repubblica Domenicana perquisita dalla Guardia di Finanza

uistit

La Guardia di Finanza del gruppo di Ponte Chiasso ha fermato alla dogana una coppia di italiani, casalinga lei e imprenditore lui, di nazionalità italiana ma da anni residenti in Repubblica Domenicana. I due stavano rientrando in Italia attraverso il valico ferroviario di Chiasso e a un controllo avevano affermato di non avere nulla da dichiarare. Invece nascondevano 50mila euro, importo nettamente superiore a quanto previsto dalle vigenti normative.

finanzieri lariani sequestro di valuta (2)-2

La somma era equamente divisa tra i due e nascosta all’interno degli indumenti intimi di lei e dei calzini di lui. Ma sembravano troppo nervosi dopo la richiesta dei finanzieri di perquisire il bagaglio a mano e per questo i militari hanno deciso di proseguire con controlli più specifici. I due hanno poi dichiarato di aver appena prelevato le banconote dal loro conto corrente svizzero per far fronte a spese personali, ma non hanno comunque presentato la dichiarazione valutaria obbligatoria. Quindi le Fiamme Gialle e i Funzionari Doganali hanno fatto alla coppia una multa di 4.500 euro.

Il controllo di reati amministrativi come questo fa parte di una più vasta operazione che vede i finanzieri lariani e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli impegnate nella prevenzione di violazioni legate al passaggio illecito di denaro attraverso le frontiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Dieci gite in giornata a partire da Como: una mini-guida per non restare a corto di idee

  • Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Evasione e frode fiscale nei rally: tre società nei guai per 12 milioni di euro di false fatture

Torna su
QuiComo è in caricamento