Arrestata la banda di Corinaldo: dopo la strage hanno agito anche nelle discoteche di Como

Strappavano le collanine alle ragazze: colpi al Made Club e al K-Klass

STrage di Corinaldo (Foto AnconaToday)

Non si sono mai fermati, nemmeno dopo che la loro modalità di rubare (spruzzavano spray al peperoncino nelle discoteche) ha causato la tristemente nota strage di Corinaldo. In manette sono finiti sette giovani modenesi appartenenti a una banda che si spostava per l'Italia con lo scopo di effettuare furti, generalmente con strappo, ai danni dei clienti delle discoteche.

I colpi nel Comasco

Nella notte tra il 4 e il 5 maggio si erano resi responsabili di cinque furti in due diverse discoteche del Comasco. Hanno colpito prima al Made Club di Como poi al K-Klass di Tavernerio. In quell'occasione, però, erano stati fermati dopo che avevano buttato dal finestrino le collanine che avevano letteralmente strappato dal collo di alcune ragazze. Allora, però, non c'erano elementi sufficienti per ritenere il gruppo responsabile della strage di Corinaldo e di tutta una seire di colpi analoghi effettuati in altre province.

Potrebbe interessarti

  • Attenzione agli ingredienti: ecco le 4 sostanze chimiche presenti nelle creme solari pericolose per la salute

  • Rimedi post sbornia

  • Nuovi cantieri stradali a Como: via Giussani chiusa per due mesi

  • Aiutiamo Luca a ritrovare il suo pappagallo Leo smarrito a Cagno

I più letti della settimana

  • Uomo in strada minaccia di spararsi: panico a Monte Olimpino, un carabiniere ferito

  • Muore a causa della puntura di una vespa in Alta Valle Intelvi

  • Spara contro suo padre e suo fratello: paura davanti a una ditta di Erba

  • Frontale a Sorico: Statale Regina nel caos

  • Controsoffitto crolla sulle auto posteggiate nell'autorimessa di un condominio a Como

  • Uomo trovato ferito e insanguinato sul marciapiede: soccorso in via Paoli a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento