Furti e spaccio, controlli in provincia di Como: 4 arresti e 8 espulsioni in una settimana

Controlli concentrati soprattutto nelle zone di Erba, Cantù e Olgiate: i risultati

Controlli dei carabinieri in un'immagine di archivio

Seconda settimana di controlli delle forze dell'ordine in provincia di Como, in particolare nelle zone di Erba, Cantù e Olgiate, su disposizione della Prefettura per prevenire e contrastare i crimini, in particolare spaccio di droga, reati predatori e furti in abitazione.
I controlli, partiti il 12 novembre 2018, sono programmati su base setimanale e vedono la collaborazione tra tutte le forze di polizia, anche mediante l’impiego delle ulteriori unità di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia della Polizia di Stato e della compagnia di Intervento Operativo Lombardia dell’Arma dei Carabinieri - recentemente assegnate alla Provincia di Como a seguito di specifica richiesta del Prefetto - e del Reparto Pronto Impiego ed Antiterrorismo della Guardia di Finanza di Como, unitamente alle sue unità cinofile.
Al centro dei controlli, in particolare, i fenomeni della prostituzione e il controllo di cittadini stranieri irregolari sul territorio dello stato ed è stata, pertanto, assicurata la presenza in ufficio, anche sui turni serali, di personale dell’ufficio immigrazione della locale Questura. Intervenuto anche personale della Polizia Stradale e delle Polizie Locali interessate.

I controlli dal 19 al 24 novembre

I servizi effettuati in questa settimana hanno riguardato i territori delle zone di Erba, Cantù e Olgiate, tra cui i comuni di Erba, Pusiano, Eupilio, Tavernerio, Lipomo, Capiago Intimiano,Senna Comasco, Fino Mornasco, Luisago, Cassina Rizzardi, Villaguardia, Lurate Caccivio, Bulgarograsso, Appiano Gentile, Figino Serenza, Carimate, Vertemate con Minoprio, Cadorago, Lomazzo, Cirimido, Lurago Marinone, Colverde, Faloppio, Ronago, Uggiate Trevano, Olgiate Comasco, Solbiate e Valmorea.

Nella settimana in oggetto sono stati effettuati 40 posti di controllo, controllati 1485 veicoli, di cui 2 sequestrati o sottoposti a fermo amministrativo. 11 le contravvenzioni elevate per infrazioni al codice della strada, 4 le patenti ritirate e una carta di circolazione. Sono state nel complesso 785 le persone identificate, di cui 83 extracomunitari: 4 le persone arrestate e 6 quelle indagate in stato di libertà.
Per quanto riguarda la droga sono stati sequestrati 643 grammi di marijuana, 2 di cocaina e uno di eroina. Sequestrate anche due coltelli.
8 le persone espulse, di cui alcune con gravi pregiudizi di polizia e precedenti specifici per furto e spaccio.
Due persone dono state segnalate per illeciti amministrativi in materia di sostanze stupefacenti, sequestrando contestualmente modiche quantità di droga.
Controllati infine 6 esercizi pubblici identificando gli avventori.

Gli arresti

Quattro, come detto, le persone arrestate.

In centro storico a Como è stato arrestato un turco, fermato per un controllo, che doveva già essere in carcere perchè condannato a 2 mesi di reclusione.

A Cantù un italiano è stato tratto in arresto perchè ha tentato di rapinare due donne, madre e figlia, minacciandole con una pistola per rubare loro l'auto, ma è stato messo in fuga dalla pronta reazione della più giovane.

A Erba nella nottata del 21 novembre 2018 personale della Questura di Como e del reparto Prevenzione Crimine Lombardia ha arrestato un 27enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato fermato per un controllo mentre viaggiava in auto, con un'altra persona, in via Lecco. In suo possesso trovati 500 grammi di marijuana. Altri 100 grammi della stessa sostanza sono stati trovati nella sua abitazione durante la perquisizione domiciliare, oltre a un bilancino di precisione e semi per la coltivazione della cannabis. Il 27enne prima è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura di Como, poi all'udienza direttissima è stato convalidato l'arresto. L'uomo è stato portato al carcere Bassone di Como in attesa di giudizio. La droga, secondo le indagini, era destinata alla piazza di Como.  

Infine sempre a Erba i carabinieri hanno arrestato sabato 17 novembre 2018 un 30enne di Albavilla, M.M. le iniziali, che dovrà scontare 12 giorni ai domiciliari per violazioni di norme del codice della strada, in esecuzione a un provvedimento dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il primo decesso in Lombardia. I contagi sono almeno 36

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento