Furti e spaccio, controlli in provincia di Como: 516 persone identificate e 14 stranieri espulsi

Lavoro delle forze dell'ordine concentrato nelle zone di Erba, Cantù e Olgiate tra il 26 gennaio e il 1° febbraio

Repertorio

Nuova settimana di controlli straordinari del territorio voluti dal Prefetto di Como sul territorio provinciale da parte delle Forze dell’ordine per combattere soprattutto furti e spaccio di droga.
Un'attività che coinvolge tutte le forze dell'ordine e che prosegue da diverse settimane, con controlli svolti di pomeriggio e di notte. Particolare attenzione viene dedicata alla lotta al fenomeno della prostituzione e al controllo dei cittadini stranieri irregolari sul territorio.

I controlli dal 26 gennaio al 1° febbraio 2019

Nella settimana appena conclusa sono stati impegnati 141 operatori con 57 pattuglie.
L’attività ha interessato in particolare i territori di Erba, Cantù e Olgiate e nello specifico i comuni di Pusiano, Eupilio, Tavernerio, Lipomo, Capiago Intimiano, Cantù, Locate Varesino, Carbonate, Cassina Rizzardi, Villaguardia, Lurate Caccivio, Bulgarograsso, Appiano Gentile, Figino Serenza, Carimate, Vertemate con Minoprio, Cadorago, Lomazzo, Cirimido, Lurago Marinone, Orsenigo, Anzano del Parco, Monguzzo e Lambrugo.

Sono stati effettuati 31 posti di controllo, 232 i veicoli controllati e 17 le multe elevate. Ritirate una carta di circolazione e una patente. Sono 516 le persone identificate e controllate di cui 42 cittadini extracomunitari. Sono stati adottati complessivamente 14 provvedimenti di espulsione. Controllati, infine, 5 esercizi pubblici e identificati 23 avventori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e dintorni

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Smog Como, da domani scattano i primi blocchi del traffico: multe da 87 a 345 euro

  • Como, trovata donna morta in casa via Polano

Torna su
QuiComo è in caricamento