Comasco arrestato a Vicenza rifiuta estradizione in Svizzera

Secondo gli inquirenti avrebbe rapinato tre cassette di sicurezza in Canton Ticino

Secondo quanto riporta oggi TicinoNews, un 61 italiano residente a Como, arrestato nelle scorse settimane a Vicenza con l'accusa di avere rapinato il 29 ottobre tre cassette di sicurezza all'interno di un ufficio di cambi a Castagnola, in Canton Ticino, avrebbe rifiutato l'estradizione chiesta dalle autorità svizzere. 

Di fronte a tale richiesta, posta da un giudice della Corte d'Appello vicentina per accorciare i tempi del procedimento, l'indagato non avrebbe infatti dato il suo consenso. Mentre la vicenda giudiziaria è quindi destinata ad andare per le lunghe, restano da chiarire alcuni aspetti non secondari. Al momento gli investigatori non escludono l'ipotresi di un furto su commissione, alla luce del fatto che, su 80 cassette di sicurezza, io rapinatore ne ha svaligiate soltante tre. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Giovanni, senzatetto orgoglioso

  • Drammatica scoperta in Municipio a Como: lago di sangue in un bagno di Palazzo Cernezzi

  • Como, picchia la moglie in centro: il video dell'arresto

  • Droga e mitragliatrici: maxi arresto della Procura di Como

  • I 10 eventi da non perdere in questo weekend a Como e al lago

  • Matteo vende la Tigella Bella, il take away numero uno a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento