Nesso, i cinghiali fanno paura: "Sempre più vicini alle case"

Allarme di un lettore in località Tronno: "Animali a 20 metri da casa mia: necessario abbatterli per la sicurezza delle persone"

Cinghiali a Nesso (foto Davide Scarano)

Allarme cinghiali a Nesso: animali che si avvicinano sempre di più alle case in cerca di cibo e i residenti cominciano ad avere paura. Una piaga che riguarda tante zone della provincia di Como e non solo. A preoccupare non è soltanto il danno economico (oltre un milione di euro nel 2017), ma soprattutto il pericolo che costituiscono per le persone. Numerosi gli incidenti stradali, anche mortali, causati proprio dai cinghiali, senza contare il fatto che imbattersi in uno di questi animali può diventare molto pericoloso.

Il video: cinghiali in cerca di cibo vicino alle case a Nesso

La denuncia: allarme per i residenti

Il nuovo sfogo-segnalazione con tanto di immagini a documentare la situazione arriva da Nesso, località Tronno, dal nostro lettore Davide Scarano che spiega come il cancello da cui ha girato il video si trova a 20 metri da casa sua e da altre case. "Spesso i bambini si avvicinano per vedere i cinghiali e per buttargli il cibo. Ora c'è un cancello tra me e i cinghiali, ma ci sono dei varchi con una semplice rete arrugginita, rete che secondo me presto verrà abbattuta presto dai cinghiali con i rischi che potrebbero conseguirne".
Insomma, chi risiede in zona comincia ad essere seriamente preoccupato. 


Sulla questione è intervenuta anche Regione Lombardia con l'approvazione di una mozione che ha fatto molto discutere: quella proposta dalla Lega che chiede anche di valutare per la caccia al cinghiale anche l’impiego dell’arco e delle frecce “come strumento massimamente ecologico” e di estendere gli abbattimenti all’imbrunire. Accese le polemiche che ne sono derivate.

L'appello: abbattere i cinghiali

Sulla necessità di abbattere questi animali per contenerne il numero è d'accordo anche il nostro lettore: "Io sono contro la caccia, ma qui c'è di mezzo la sicurezza delle persone - dice Scarano- Perchè non autorizzare i cacciatori a uccidere questi cinghiali? Anche perchè sento sempre più persone che vorrebbero farsi "giustizia" da soli, con i rischi che ne conseguono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e dintorni

  • Smog Como, da domani scattano i primi blocchi del traffico: multe da 87 a 345 euro

  • 200 kg di hashish e armi da fuoco: maxi-sequestro a Valmorea

  • Cantù, 30enne ubriaco in gravi condizioni: soccorso in piazza Garibaldi

  • Como, guasto al teleriscaldamento: uomo ustionato dal vapore bollente che esce dalla strada

Torna su
QuiComo è in caricamento