La 'ndrangheta dietro il ristorante "Unico Milano", chiuso il locale: indagini partite da Como

Il prestigioso locale milanese chiuso per presunte infiltrazioni delle cosche calabresi attive sul Lario

Unico Milano (thefork.it)

Unico Milano, prestigioso locale di Portello, chiude i battenti per presunte infiltrazioni della 'Ndrangheta dopo alcuni accertamenti dell'Antimafia. Le indagini che hanno portato a questo provvedimento sono partite da Como.

Lo scrive in un articolo uscito sul Corriere della Sera il 21 giugno Cesare Giuzzi, ripreso da Milano Today.
Lo scorso 13 giugno la Prefettura ha inviato al Comune il provvedimento con il quale veniva ordinata la revoca della licenza agli amministratori della società che gestisce il ristorante.

Nel documento, indirizzato all’attuale amministratore della «Unico Milano», il proprietario del locale viene citato come membro di una delle famiglie della mafia calabrese, al centro di un'indagine dei carabinieri del Nucleo investigativo di Como sulla ‘ndrangheta nelle terre lariane.

Il proprietario del ristorante - stando a quanto riportato nelle carte dell'Antimafia - risulterebbe indagato per frodi fiscali e societarie e all'origine della revoca della licenza ci sarebbero sia le sue frequentazioni sia gli atti della precendente indagine dei militari di Como.

Unico Milano - questa la teoria degli investigatori - potrebbe essere il risultato di un'attività di riciclaggio di denaro proveniente da ambienti mafiosi. Il ristorante, offrendo la possibilità di ammirare il profilo della città dall'alto dei 20 metri della WJC Tower e proponendo una cucina moderna e un ambiente ricercato, si rivolge a una clientela facoltosa. Ma dietro a una location così esclusiva, si nasconderebbe proprio la mano della 'ndrangheta. Il locale di via Achille Papa 30 chiude quindi i battenti per presunte infiltrazioni delle cosche calabresi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il primo decesso in Lombardia. I contagi sono almeno 36

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento