Como, truffa all'esame della patente: il bottone era una microcamera

L'uomo nell'orecchio aveva anche un mini auricolare praticamente invisibile

Il bottone della maglia in realtà era una micro videocamera, mentre nell'orecchio aveva un auricolare praticamente invisibile. Nei guai è finito un egiziano di 31 anni che ha cercato di truffare all'esame della teoria per la patente dell'automobile. A scoprirlo sono stati gli agenti della polizia stradale di Como nel corso di indagini mirate proprio a sventare simili truffe. Nella mattina del 14 gennaio, dunque, gli agenti sono entrati in azione sorprendendo sul fatto il 31enne. Il macchinoso apparato tecnologico permetteva all'uomo di comunicare all'esterno con un complice che poteva leggere i quiz e comunicare le risposte corrette. 

Potrebbe interessarti

  • All'ospedale Sant'Anna impiantati i primi pacemaker senza fili

  • Como, in arrivo gli autovelox fissi in via Napoleona contro gli incidenti

  • Super pista ciclabile attraverso Como: lavori al via entro fine anno

  • Como, la rotatoria di piazza San Rocco sarà realtà entro settembre

I più letti della settimana

  • Incidente a Grandate, auto ribaltata alla rotonda dell'Iper: due donne ferite e caos traffico

  • La marcia della pace di Jacopo finisce in tribunale

  • Il Lago di Como e la grande bruttezza di Murder Mystery

  • Lago di Como, in agosto arriva il Floating Moving Concerts

  • Omicidio di Veniano, l’aggressore di Hans disperato in carcere confessa: la lite, poi le coltellate

  • I funerali di Hans Junior Krupe: il doloroso addio al ragazzo ucciso a Veniano

Torna su
QuiComo è in caricamento