Ragazzo annegato a Villa Geno, vertice in Comune a Como per nuove misure di sicurezza

Incontro lunedì 10 giugno: allo studio nuovi cartelli ma anche sensibilizzazione nelle scuole sui pericoli del lago di Como

Vigili del fuoco al lavoro per tentare di salvare il 15enne

Un vertice in comune a Como dopo la morte di Maxwell Osei, lo studente di 15 anni di Gironico morto annegato nel lago in davanti a Villa Geno venerdì 7 giugno 2019.
Lo ha annunciato l'assessore alla Sicurezza di Palazzo Cernezzi Elena Negretti per studiare nuovi interventi ed evitare tragedie. Quello di venerdì, infatti, è il quarto decesso dal 2015 nello stesso punto. 
Una zona non balneabile, come indicato dai cartelli di divieto.
Lunedì 10 giugno in Comune l'assessore ha programmato un incontro con il comandante della Polizia Locale Donatello Ghezzo e i dirigenti: se è praticamente impossibile presidiare tutte le rive del lago, tra le ipotesi c'è la possibilità di aggiungere altri cartelli per segnalare il pericolo, ma anche di lavorare nelle scuole di ogni ordine e grado per sensibilizzare bambini e ragazzi sui rischi del lago ed evitare che si ripetano tragedie come quella di Maxwell.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, ragazza di 18 anni violentata al primo appuntamento: arrestato barista del centro

  • Anche Alexis Sanchez ha scelto il Lago di Como

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Incidente a Como: una persona incastrata fra le lamiere

  • Como, rapisce il figlio di 3 anni per portarlo in Inghilterra: fermato in aeroporto

Torna su
QuiComo è in caricamento