Ex albergo San Gottardo, la giunta di Como dice sì al recupero

La giunta del Comune di Como ha approvato la proposta di delibera per il recupero dell’ex San Gottardo, l'ex albergosituato tra via Cairoli, via Fontana e piazza Cavour. Ora la delibera dovrà essere votata dal consiglio comunale. Il progetto è...

sangottardo2

La giunta del Comune di Como ha approvato la proposta di delibera per il recupero dell’ex San Gottardo, l'ex albergosituato tra via Cairoli, via Fontana e piazza Cavour. Ora la delibera dovrà essere votata dal consiglio comunale. Il progetto è stato presentato dalla società Beatrice d’Este Spa e curato dall’architetto Francesco Castiglioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto prevede un cambio di destinazione d’uso e la trasformazione della struttura albergheria in residenze (secondo e terzo piano), uffici (primo piano) e spazi commerciali (piano terra e primo piano). Non ci sarà alcun aumento di volumetria e modifiche strutturali al vecchio edificio. Ecco qualche dato numerico: la superficie residenziale sarà di 1949,97 metri quadri, quella commerciale di 1931,11 metri quadri, quella direzionale (uffici) di 1453,98 metri quadri. La società verserà alle case dell’amministrazione comunale 741mila euro (63mila euro dei quali così come previsto dalla normativa per il mancato reperimento di posti auto, visto che l’ambito non consente la dislocazione di nuovi posti auto), ai quali andranno poi aggiunti gli oneri di urbanizzazione e i costi di costruzione. “La volumetria non cambia e la struttura esterna non verrà modificata - sottolinea il sindaco Stefano Bruni - La maggior superficie utilizzabile, circa 700 metri quadrati, è legata ad una modifica del tetto che, però, non sarà alzato ma sarà solo modificato. L’ipotesi di un nuovo albergo si è scontrata con le richieste avanzate dalla proprietà e l’amministrazione ha transato facendo valere le proprie ragioni. Sono trent’anni che si attendeva una riqualificazione dell’edificio e l’interesse, data la posizione centrale, è evidente. Il degrado della struttura, tra l’altro, era arrivato ad un tale punto che l’amministrazione ha obbligato la proprietà alla messa in sicurezza dell’edificio, pena l’incolumità pubblica di chi passa in via Fontana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Nel cielo di Como lo spettacolo della cometa di Neowise, visibile a occhio nudo

Torna su
QuiComo è in caricamento