Estradato in Svizzera l’uomo arrestato a Como per l’accoltellamento di Lugano

L'arresto il 16 novembre 2017 per la sanguinosa rissa del 21 ottobre al Quartiere Maghetti

Repertorio

E' stato estradato in Svizzera e consegnato alle autorità ticinesi il 45enne cubano, residente in provincia di Como, arrestato il 16 novembre 2017 a Como in relazione alla rissa con accoltellamento avvenuta il 21 ottobre 2017 all'esterno del Quartiere Maghetti di Lugano. 
A seguito del suo arresto nel Mendrisiotto erano state arrestate altre tre persone sospettate di avere partecipato alla rissa. Si tratta di un cittadino svizzero di 22 anni, di un cittadino boliviano di 23 anni e di un cittadino cubano di 25 anni, tutti domiciliati nella regione.
L'estradizione, informano il Ministero pubblico elvetico e la polizia cantonale, è avvenuta lunedì 6 agosto 2017. L'uomo, come detto, era stato arrestato nel novembre scorso in base a un mandato di arresto internazionale del Ministero pubblico, spiccato a seguito degli accertamenti d'inchiesta degli inquirenti della Polizia cantonale. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Antonio Perugini. 

Potrebbe interessarti

  • Attenzione agli ingredienti: ecco le 4 sostanze chimiche presenti nelle creme solari pericolose per la salute

  • Mercato immobiliare del Lago di Como: è Cernobbio il paese più richiesto

  • Rimedi post sbornia

  • Come combattere il caldo quando si viaggia in auto

I più letti della settimana

  • Uomo in strada minaccia di spararsi: panico a Monte Olimpino, un carabiniere ferito

  • Ragazza delle pizze rapinata e molestata a Como: "Ho temuto di essere violentata"

  • Muore a causa della puntura di una vespa in Alta Valle Intelvi

  • Ha incendiato l'autolavaggio perché non riusciva a farlo funzionare: arrestato 45enne di Luisago

  • Incidente in autostrada tra Fino e Lomazzo: 6 feriti

  • Uomo trovato ferito e insanguinato sul marciapiede: soccorso in via Paoli a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento