Sedicenne trovata di notte con marijuana in tasca: ora riaffidata ai servizi sociali di Cantù

Scappata da una comunità, era in compagnia di due stranieri

Ha provato a fornire agli agenti che volevano identificarla una falsa identità la ragazzina di 16 anni fermata di notte dalla polizia locale di Monza in Piazza Diaz, per un controllo. Seduta in terra, in compagnia di due stranieri più grande di lei, vicino a bottiglie di birra vuote, la giovane ha ovviamente attirato l’attenzione degli agenti, che hanno poi scoperto anche della marijuana nelle sue tasche. Verificando le generalità fornite, i poliziotti hanno scoperto subito l’inganno e ricostruito la vicenda personale della ragazza che, come riporta il sito MonzaToday, vive una situazione veramente pesante. Ha problemi familiari e dipendenza dalla cocaina e dai cannabinoidi. Già riportata in comunità dopo diverse fughe, ora risiede in un centro di recupero di Pavia. Gli agenti, dopo averla denunciarla per false generalità, l’hanno riaffidarla ai servizi sociali di Cantù. Inevitabile anche la segnalazione alla prefettura per la marijuana trovata nelle sue tasche. I due ragazzi che erano con lei, un cittadino della Guinea e uno del Marocco, sono invece risultati in regola con i documenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dongo, cane ammazzato e buttato nel lago con un cappio al collo: è caccia al responsabile

  • Le 10 migliori pizzerie di Como (e dintorni)

  • Malore per una bambina appena nata: paura in centro Como

  • Criminale sfortunato, va a processo per evasione ma due vigili lo riconsocono anche per un altro reato

  • Lite al ristorante tra due amici: ferito un 26enne a Cermenate

  • Auto in contromano in autostrada: paura nella notte sulla A9

Torna su
QuiComo è in caricamento