Sanità, dalla Regione un milione e mezzo di euro per migliorare gli ospedali comaschi

Finanziamenti ad Asst Lariana e Ats Insubria

L'ospedale Sant'Anna di Como

Un milione e mezzo di euro per Asst Lariana e Ats Insubria per migliorare la sanità comasca. Sono i finanziamenti messi a disposizione da Regione Lombardia: la Giunta Regionale ha approvato uno stanziamento complessivo di 119milioni e 915mila euro per nuovi investimenti nel settore socio sanitario, destinati ad ATS, ASST e IRCCS pubblici.

Nel dettaglio per l’anno 2019 il Pirellone ha assegnato un contributo di 1 milione, 461mila e 774 euro alla Asst Lariana e 200mila euro all’ATS dell’Insubria, finalizzato al mantenimento del patrimonio strutturale e tecnologico aziendale e alla prosecuzione e completamento degli interventi in corso. In particolare saranno finanziati interventi finalizzati alla messa a norma e in sicurezza delle strutture e degli impianti, l’acquisizione di nuove apparecchiature sanitarie, l’implementazione dei sistemi informativi, l’acquisizione di nuovi arredi e automezzi di comprovata necessità. Ai contributi prima citati, si aggiungono 1 milione e 617 mila euro per le strutture dell’ASST della Valtellina e dell’Alto Lario.

"Per garantire e potenziare l'eccellenza del nostro sistema di Welfare - ha spiegato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana - oltre alla faccia e all'impegno, mettiamo ingenti risorse che derivano dal nostro bilancio. Si tratta di un provvedimento determinante per la crescita e lo sviluppo dei nostri ospedali e dell'intera sanità lombarda all'insegna dell'innovazione, della sicurezza e della qualità dei servizi".

"Regione Lombardia ancora una volta conferma grande attenzione alla sanità lariana, garantendo le risorse necessarie per soddisfare le esigenze del nostro territorio-sottolinea il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi - Potenziare e migliorare gli strumenti, le apparecchiature e le tecnologie a disposizione delle strutture, significa garantire servizi di qualità e soprattutto dare la possibilità ai medici e al personale sanitario di lavorare al meglio. Nel contempo è fondamentale garantire le risorse per avere ospedali che siano sempre sicuri e a norma, adatti a rispondere al meglio alle esigenze dei pazienti e ad accoglierli nel modo più confortevole possibile”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 eventi da non perdere in questo lungo weekend di Ferragosto a Como e al lago

  • Uomo in strada minaccia di spararsi: panico a Monte Olimpino, un carabiniere ferito

  • Ragazza delle pizze rapinata e molestata a Como: "Ho temuto di essere violentata"

  • Muore a causa della puntura di una vespa in Alta Valle Intelvi

  • Ha incendiato l'autolavaggio perché non riusciva a farlo funzionare: arrestato 45enne di Luisago

  • Incidente in autostrada tra Fino e Lomazzo: 6 feriti

Torna su
QuiComo è in caricamento