Guasta la risonanza magnetica dell'ospedale Sant'Anna: rivolgersi altrove

Fuori uso uno dei due apparecchi. Garantiti gli esami per le emergenze e i pazienti interni

A partire dal 23 luglio 2019 si è resa necessaria la sospensione degli esami, e di conseguenza delle prenotazioni, per una delle due risonanze magnetiche dell'ospedale Sant'Anna. La decisione è legata al malfunzionamento dell'impianto di raffreddamento che pertanto verrà sostituito. Vengono garantiti tutti gli accertamenti per i pazienti in regime di emergenza ed urgenza (per esempio quelli quindi arrivati al Pronto Soccorso ) e per tutti i pazienti interni.

Per i pazienti che avevano già una prenotazione, il reparto di Radiologia sta provvedendo a riprogrammare gli esami. Per tutte le nuove prenotazioni (sia per quelle che, come da ricetta, dovrebbero essere effettuate entro le 72 ore, i 10 giorni o i 60 giorni, sia per le prenotazioni in libera professione), i pazienti dovranno rivolgersi in un'altra struttura. Sul fronte dei lavori, l'arrivo del nuovo gruppo frigorifero è previsto per la prossima settimana; agli interventi impiantistici, agli allacci idraulici ed elettrici, dovranno quindi seguire la prova idraulica e il collaudo e si prevede, pertanto, che la risonanza possa tornare in funzione non prima del 12 agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso anche a Lecco: non è grave

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento