Prevenzione cardiovascolare in piazza Cavour a Como

Tre giorni di screening e prevenzione cardiologica gratuita da lunedì 8 a mercoledì 10 luglio

La Fondazione per il Tuo Cuore - HCF Onlus dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, in collaborazione con il Comune di Como, ha organizzato tre giorni di screening e prevenzione cardiologica gratuita in piazza Cavour da lunedì 8 a mercoledì 10 luglio dalle ore 9 alle ore 19.

Il progetto nazionale di prevenzione cardiovascolare “Truck Tour Banca del Cuore 2019”, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal dipartimento nazionale di Protezione Civile, da Rai - Responsabilità Sociale e da Federsanità-ANCI, porterà un Jumbo Truck attrezzato per gli esami clinici, oltre a materiale informativo, incontri, dibattiti e tavole rotonde scientifiche con i medici.

Nello specifico saranno offerti gratuitamente:
-    screening di prevenzione cardiovascolare comprensivo di esame elettrocardiografico e screening aritmico;
-    una stampa dell’elettrocardiogramma con tutti i valori pressori e anamnestici presenti su BancomHeart;
-    lo screening metabolico con il rilievo (estemporaneo) di 9 parametri metabolici con una sola goccia di sangue: Colesterolo Totale, Trigliceridi, Colesterolo HDL, Rapporto Colesterolo HDL / LDL, Colesterolo LDL, Colesterolo non HDL, Glicemia, Emoglobina glicata e Uricemia;
-    la stampa del profilo glicidico, lipidico, uricemico e del proprio rischio cardiovascolare;
-    la consegna del kit di 11 opuscoli di prevenzione cardiovascolare realizzati dalla Fondazione per il Tuo cuore
-    il rilascio gratuito della card BancomHeart attiva.

Grazie al progetto Banca del Cuore, ideato dal prof. Michele Gulizia e coordinato dalla Fondazione Per il tuo cuore, ai cittadini che arriveranno al Truck verrà consegnata una BancomHeart personale: si tratta di una card che permette l’accesso 24 ore su 24 al proprio elettrocardiogramma, ai valori della pressione arteriosa, alle patologie sofferte, alle terapie assunte, agli stili di vita praticati e a tutti gli esami cardiologici e di laboratorio eseguiti. Tutti i dati verranno custoditi in una “cassaforte” virtuale che consente, attraverso una password segreta conosciuta solo dall'utente, di connettersi dall'Italia e/o dall'estero alla “Banca del Cuore” per consultare o scaricare i propri dati clinici ogni volta che lo si desidera, o metterli a disposizione del proprio medico curante o a quello di un Pronto Soccorso in caso di emergenza sanitaria.

«Sono soddisfatto della collaborazione con la Fondazione per il Tuo cuore - commenta il sindaco Mario Landriscina - per questa iniziativa nazionale che nei prossimi giorni farà tappa anche nella nostra città. Ringraziamo per l’impegno profuso in questa campagna di prevenzione che va incontro alle persone nelle piazze e nelle strade, promuovendo un più corretto stile di vita. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le associazioni che si prendono cura della salute attraverso diverse iniziative e invito tutta la cittadinanza a partecipare».

Il dott. Carlo Campana, primario di Cardiologia del’’Asst Lariana, ha dichiarato:  «Siamo stati da subito entusiasti di questa iniziativa, il Truck Tour Banca del Cuore è un'importante operazione di cultura preventiva, che permette di porre l'attenzione nei cittadini sulla prevenzione cardiovascolare, spesso affrontata superficialmente o addirittura dimenticata in modo superfluo. Il prevenire le malattie cardiologiche, in accordo con le conoscenze scientifiche attualmente maturate fa parte di un pensiero più ampio: il benessere dei cittadini della nostra Regione e dei tanti che la visitano».

Michele Gulizia, Direttore di Struttura Complessa di Cardiologia Ospedale “Garibaldi-Nesima” di Catania e Presidente della Fondazione per il Tuo cuore dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, dichiara: «La Banca del Cuore è il più grande Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare in Italia, unico al mondo, che permette ai cittadini italiani di avvantaggiarsi di uno screening cardiovascolare completo, rapido e immediatamente condivisibile con il proprio medico curante o con altri specialisti in tutto il mondo, in tempo reale e con una copertura 24 ore su 24. Rappresenta un modo innovativo per conoscere il proprio stato di salute cardiovascolare e il miglior mezzo per prevenire concretamente l’insorgenza di un infarto al cuore, di una patologia cardiovascolare come l’ipertensione arteriosa, la fibrillazione atriale o lo scompenso cardiaco e permette, anche, la prevenzione e il controllo del diabete. Il Truck Tour Banca del Cuore ci consente di andare direttamente a casa degli italiani, ovvero nelle piazze delle principali città, ove attivamente, dal 2016, svolgiamo questo importante screening gratuito di prevenzione cardiovascolare, di portata finora mai realizzata nel nostro Paese. Fino a oggi, grazie a questa diffusione capillare, sono state distribuite in due anni oltre 43.000 BancomHeart ad altrettanti cittadini italiani, permettendo di identificare un incredibile aumento di prevalenza di alcune malattie cardiovascolari, soprattutto fibrillazione atriale e scompenso cardiaco, con percentuali quadruple e triple rispetto ai dati di prevalenza finora conosciuti in Letteratura, particolarmente nei giovani maschi di età compresa tra i 18 e i 40 anni, accertando altresì molte forme asintomatiche e misconosciute di fibrillazione atriale in altrettanti i cittadini inconsapevoli, trovandone diverse centinaia a rischio di morte cardiaca improvvisa per anomalie cardiache a trasmissione genetico-ereditaria, riscontrate grazie all’esame elettrocardiografico».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Regole più severe per tutta la Lombardia: c'è anche il divieto di sport all'aperto

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Como, supermercati e farmacie: ora possibile misurare la febbre a chi entra

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

Torna su
QuiComo è in caricamento