Emergenza coronavirus, il Sant'Anna crea una linea diretta col pediatra per i bambini 'fragili'

Il nuovo servizio a partire da venerdì 20 marzo 2020

A partire da venerdì 20 marzo 2020, un medico del reparto di Pediatria dell’ospedale Sant’Anna contattando il numero 031-5859710 sarà a disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 12.30, di tutti i genitori di bimbi fragili per rispondere a dubbi, domande, necessità.
Il reparto, attraverso il progetto “Linea Diretta Fragilità Pediatrica”, fornisce già a 32 famiglie comasche un contatto diretto e costante via web, ed ha generato 167 Schede di Emergenza per pazienti affetti da differenti malattie rare di cui 55 condivise con la Centrale Operativa del 118 per bambini residenti nel territorio comasco.
“In un contesto emergenziale come quello che stiamo vivendo esiste il rischio di sottovalutare o non valorizzare adeguatamente sintomatologie aspecifiche spesso tipiche di complicanze mediche che possono colpire bambini affetti da malattie rare e/o disabilità complesse - spiega il primario di Pediatria del Sant’Anna Angelo Selicorni - Per questo ci siamo sentiti in dovere di offrire un servizio aggiuntivo ai nostri bambini “fragili”. E’ un’opportunità che non rappresenta un numero di emergenza né si vuole sostituire ai servizi già predisposti dalle autorità sanitarie locali e regionali, ma si pone come uno strumento complementare di aiuto ed ascolto di queste famiglie”.
Il servizio sarà operativo fino al termine dell’emergenza Coronavirus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Como, aliante caduto a Tavernola

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • Ibrahimovic: gita con il compagno Hakan Calhanoglu sul Lago di Como

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

Torna su
QuiComo è in caricamento