Trenord: niente più biglietti a bordo e stop agli abbonamenti "solo treno"

La denuncia di Europa Verde: "Così vendita dei ticket paralizzata. Danno enorme per utenti e Regione"

Trenord

“Ormai da anni i pendolari subiscono i disservizi di Trenord (ritardi, sospensioni…), in più da oltre un mese la paralisi del sistema di vendita dei biglietti ha ulteriormente aggravato la situazione”. Inizia così lo sfogo di Dario Balotta, esponente di Europa Verde e Presidente dell’Osservatorio Nazionale Liberalizzazioni e Trasporti. Questa volta l'accusa non è mirata soltanto a difendere i consumatori, ma anche a denunciare quella che secondo il politico sarebbe una grave perdita per le casse di regione Lombardia, causata da quello che Balotta chiama “dilettantismo gestionale dei vertici di Trenord”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma cosa sta succedendo? “Da oltre un mese Trenord ha sviluppato una nuova politica di vendita dei propri biglietti e abbonamenti, che ha il suo apice nell'impossibilità per gli utenti di acquistare i ticket a bordo, il che va ad aggravare la situazione già mal gestita dell'obbligo ad acquistare solo biglietti e abbonamenti unici integrati”. Il riferimento è alla scelta di Trenord di applicare dall'inizio di ottobre non più il classico costo da città a città con un mezzo specifico, ma un biglietto che copra la distanza – calcolata nel numero di zone attraversate - indipendentemente dal tipo di mezzo che si sceglie. Questo sistema non sarebbe, secondo Balotta, attualmente giustamente supportato dalla possibilità nella pratica di acquistare questi ticket, il che renderebbe spesso per l'utente talmente difficile venire in possesso del biglietto, che si realizzerebbero molto spesso due situazioni, entrambe negative: o l'utente decide di muoversi in auto, onde evitare possibili sanzioni, oppure rischia la multa, salendo in treno senza biglietto, sapendo che non potrà più acquistarlo a bordo. “In entrambi i casi – conclude il politico - l'effetto è un enorme mancato ricavo, calcolabile in centinaia di migliaia di euro, che va a colpire la spesa pubblica lombarda. Quando la regione prenderà provvedimenti nei confronti della dirigenza di Trenord, che sta dissanguando le casse della Regione?”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Como usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

  • Eupilio: si cerca Mattia Gandola nel lago, forse annegato

Torna su
QuiComo è in caricamento