La valle del Cosia e i suoi torrenti sono diventati un parco

Si inaugurano 187 ettari di aree verdi, 12 chilometri di sentieri e 8 chilometri di corsi d’acqua alle porte di Como

Il Plis

Era il 12 gennaio 2013 quando i sindaci di Como e Tavernerio firmarono una lettera di intenti per la costituzione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale della Valle del Cosia, 187 ettari di aree verdi, 12 chilometri di sentieri e 8 chilometri di corsi d’acqua da tutelare e valorizzare alle porte di Como.

Venerdì 1 novembre 2019, alle 10,30, all'interno della radura del Ponte dei Bottini, le amministrazioni comunali di Albese con Cassano, Como e Tavernerio, organizzano la festa di inaugurazione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) “Valle del Torrente Cosia”, approvato definitivamente dalla Provincia di Como nello scorso agosto.

 Dalle 11,30, castagnata e ristoro con piatti tipici, clown e giochi per bambini. La radura si raggiunge da Tavernerio, via Raffaello, o da Como, via della Pila.  In caso di maltempo ci si vede all'auditorium comunale di Tavernerio.

"Alla radura o all'auditorium, sottolineo 'ci si vede' perchè il Parco non è una cosa scontata ed è giusto esserci" - dice Lorenzo Spallino, che a questo progetto aveva lavorato molto quando era assessore a Palazzo Cernezzi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, continuano a salire i contagi: in Lombardia sono 212

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento