Pescatori di Como uniti contro il divieto di gettare l'amo nel primo bacino

Un'altra protesta pacifica in attesa che la politica decida

Ancora una protesta pacifica dei Pescatori di Como Alpha, il gruppo di pescatori che si sta mobilitando dopo l'annunciato rischio che l'amministrazione comunale sancisca definitivamente il divieto di pescare nella zona turistica della città, cioè da Villa Geno a Villa Olmo, passando per i giardini a lago e la diga foranea.

Una ventina di pescatori si sono ritrovati sul Lungolago Mafalda di Savoia per gettare l'amo nel lago all'ombra, si fa per dire, di un lungo e grande striscione che invita a tenere "Giù le mani dai pescatori di Como". Un appello rivolto esplicitamente nella video intervista rilasciata a QuiComo dal portavoce del gruppo, William Cavadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Guarda la video-intervista

"I pescatori di Como vanno tutelati perché non solo rappresentano un simbolo della città ma anche un'attrazione turistica". E' questo, in estrema sintesi, il pensirero del gruppo Pescatori di Como Alpha.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento