Notte alcolica in provincia di Como, tanti ragazzi in ospedale: 3 sono minorenni

Almeno 7 gli interventi dei sanitari ai giovani ubriachi

È iniziata presto la notte alcolica nella provincia di Como, infatti erano appena le 0.15 circa quando un 17enne ubriaco in Piazza Giacomo Matteotti, proprio nel capoluogo, ha avuto bisogno di ricorrere ai soccorsi della Croce Azzurra di Como. Anche se non gravi, le condizioni del ragazzo destavano preoccupazione, tant'è che i sanitari hanno ritenuto di caricarlo in ambulanza e portarlo all'Ospedale Valduce. 50 minuti dopo, la Croce Azzurra di Como ha però dovuto muoversi di nuovo, questa volta diretta a via Brambilla, per soccorrere un altro 17enne e portarlo all’Ospedale Sant'Anna.

Più o meno contemporaneamente, anche la cittadina di Tavernerio è stata protagonista di diversi soccorsi, addirittura 3 nell'arco di mezz'ora. Pochi minuti dopo l'una infatti sulla via Provinciale, nei pressi di un locale, una ragazza, ancora una volta 17enne, è stata soccorsa dalla Croce Rossa di Lipomo e portata al Valduce. Sono passati pochissimi minuti quando la l’SOS di Appiano Gentile è dovuto intervenire nella stessa zona per soccorrere un altro ubriaco, poi portato all'Ospedale Sant'Anna. Neanche una mezzora dopo, i soccorritori hanno dovuto fare dietrofront e ripercorrere da capo il tragitto di andata e ritorno da Tavernerio al Sant’Anna, per soccorrere un uomo con evidenti segni di abuso alcolico.

Ma la notte non era finita e allora ecco che un'ambulanza del Lariosoccorso è dovuta intervenire in via Resegone a Erba, questa volta per aiutare un 27enne, anche lui ubriaco, e portarlo all'ospedale di Erba.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma, anche quella appena trascorsa si conferma come una notte dove molte delle energie spese dai soccorritori lariani sono state profuse per aiutare giovani, a volte addirittura minorenni, che avevano abusato dell’alcol. Dalla società civile e dalle parti politiche si alza più di un coro che dipinge la situazione come una vera emergenza. Di contro i locali giurano di fare il possibile per evitare l’accesso dei ragazzi alle bevande alcoliche. Intanto la situazione non migliora e con l’arrivo delle vacanze scolastiche per le feste natalizie non c’è da stare sereni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Nel cielo di Como lo spettacolo della cometa di Neowise, visibile a occhio nudo

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Lago di Como, prendono il sole completamente nudi: multati

  • 10 motivi per cui il Lago di Como è il più bello del mondo

  • Laura, negoziante guerriera, dice no a Como duty free

Torna su
QuiComo è in caricamento