Hanno tolto lido e panchine: ecco come Villa Olmo è diventata un solarium

Turisti (ma non solo) prendono il sole sul rinnovato prato della settecentesca villa

Villa Olmo (foto Fabrizio Bellanca)

A cosa è servito togliere le panchine intorno al fusto dell'alto albero che svetta dalle aiuole fronte lago di Villa Olmo? A niente. Ecco turisti e visitatori sedersi sul prato, consumare la merenda, bere una bibita e, pochi metri più in là, dove le verdi fronde non oscurano i raggi di sole, sdraiarsi in costume o calzoncini per prendere la tintarella.

La scena è stata immortalata nel corso della mattina del 10 giugno 2018 e non rappresenta un'eccezione. Adesso che fa caldo è irresistibile la voglia di rilassarsi e godersi il lago in bel posto pulito. Prima c'era il lido di Villa Olmo, ma ora che è chiuso a seguito delle vicissitudini giudiziarie, non restano che pochi spazi liberi, come le aiuole di Villa Olmo dove a dire il vero prendere il sole e bivaccare non è mai stato permesso. Ma in una città senza lido e con poche panchine le alternative sono davvero poche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, infetto un ragazzo della Valtellina. I contagi in Lombardia sono già 89

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Coronavirus, non solo le scuole: dalle 18 chiusi pub e discoteche, non i ristoranti

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Da Moreno, in crisi la catena dello shopping low cost: timore per i dipendenti di Olgiate e Vertemate

Torna su
QuiComo è in caricamento