Università dell'Insubria: oltre 500 candidati ai test di ingresso per Medicina e Odontoiatria

Sono però solo 150 i posti disponibili a Medicina e 20 a Odontoiatria

All'Università dell'Insubria si è svolto questa mattina, martedì 3 settembre 2019, il test di ingresso per Medicina e Odontoiatria. Si sono presentati 586 candidati per 150 posti a Medicina e chirurgia e 20 a Odontoiatria. Il test si è svolto nella sede di via Monte Generoso, 71 a Varese.

La maggior parte delle aspiranti matricole provengono della provincia di Varese e di Milano; un’ottantina quelli provenienti dal Sud Italia, in particolare da Sicilia e Campania, e alcuni dall’Africa, dalla Francia e dal Sud America.
Si tratta per lo più di studenti del 2000 che hanno finito da poco le superiori, ma si segnalano anche over 30 e 40 e un 57enne.
Il test, che si componeva di 60 quesiti, è durato cento minuti. I candidati sono stati divisi in dodici aule, di cui una riservata a studenti Dsa o con altri bisogni speciali. 

«Il mio obiettivo non è la quantità ma la qualità - afferma il rettore Angelo Tagliabue -. Siamo un ateneo piccolo: puntiamo sull’offerta formativa, su ottimi docenti, sui servizi e offriamo agli studenti buone possibilità di tirocinio. Per quanto riguarda Medicina, abbiamo di recente siglato una convenzione con l’Asst Lariana e una analoga è in progetto con l’Asst Valle Olona: i nostri studenti devono avere la possibilità di fare esperienze significative sul campo, perché la medicina è soprattutto pratica. E questo è un fattore fondamentale per il successo nel futuro lavorativo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«I dati di Almalaurea ci dicono che siamo sulla strada giusta - aggiunge Marco Cavallotti, il nuovo direttore generale dell'ateneo -. I nostri laureati in generale trovano lavoro più facilmente e con guadagni al di sopra della media. D’altro canto siamo in Lombardia, l’Insubria si deve misurare con università molto competitive e deve per forza eccellere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento