Gli Hothouse Flowers infiammano PalcoLive

Un successo di pubblico la nuova due giorni live di Pusiano

Gli Hothouse Flowers a Pusiano

Secondo gli organizzatori, sono oltre settemila le presenze stimate. Un successo quindi per PalcoLive, la rassegna musicale che si è tenuta sabato e domenica scorsi nel parco comunale di Pusiano. Il festival, dopo 10 edizioni "firmate" Buscadero, si è rinnovato non solo nel nome. La scommessa era nel nuovo modello organizzativo: concerti più lunghi, una nuova acustica, l’allargamento dell’offerta a un sistema che facesse da volano turistico-economico al territorio. Di qui la chiusura del lungolago per dare spazio allo street food di qualità, con prodotti tipici sia dall’Italia che dall’estero: dalla Valtellina al Piemonte, dall’Austria alla Spagna.

Appassionate e trascinanti le performance degli artisti. Nella serata di sabato la parte del leone l’ha fatta Cisco, pseudonimo di Stefano Bellotti, ex Modena City Ramblers. I tre big della giornata di domenica sono stati invece Bob Malone, per la prima volta in Italia con  le coriste, il virtuoso Michael Chapman e gli straordinari Hothouse Flowers, la band irlandese trascinata dalla classe di un leader carismatico come Liam Ó Maonlaí. Tra gli altri si sono esibiti nella due giorni: Gabriele Mancuso Band , Luca Olivieri Band, 404 NotFound, Acoustic Noise,  Aura,  Tupsico, Learning to floyd, Silences, Save, Dinamika, I-Scream, Lambic Acoustic Trio. Importante riscontro anche per le giovani proposte, che hanno suonato in un corner musicale  allestito nei giardini affacciati sul lago. 

Michael Chapman durante esibizione-2

“Avevamo scommesso – dichiara Andrea Maspero, sindaco di Pusiano -  sul rinnovo del nostro tradizionale festival, il maggiore del genere della provincia di Como, che è diventato PalcoLive. Nonostante i tempi ristretti di preparazione, è stato un successo: le presenze sono notevolmente aumentate, la qualità degli artisti e la resa musicale sono migliorate. L’organizzazione è stata straordinaria, come tutti hanno potuto vedere. Penso allo street food, ai tavoli riempiti nel Parco, a come hanno funzionato i parcheggi e in particolare alla qualità dei concerti". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I magnifici 7: ecco i migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Le 10 migliori pizzerie di Como (e dintorni)

  • Dongo, cane ammazzato e buttato nel lago con un cappio al collo: è caccia al responsabile

  • Malore per una bambina appena nata: paura in centro Como

  • Como, studentessa aggredita e molestata alla fermata del bus: arrestato in piazza Vittoria

  • Abusi sessuali su quattro bambine: denunciato un allenatore di Como

Torna su
QuiComo è in caricamento