Una folla di amici e compagni per l'addio a Gaetano Banfi

Chiesa gremita a Rebbio per il funerale del giovane ragazzo morto in strada in circostanze misteriose

La folla al funerale di Gaetano Banfi

Una vera e propria folla di persone - giovani e meno giovani, amici, compagni e semplici conoscenti - ha partecipato al commuovente funerale di Gaetano Banfi, il ragazzo morto in strada il 20 ottobre 2019 in circostanze non ancora chiarite. Dolore, incredulità e rabbia si sono incontrati nelle navate della chiesa di Rebbio durante le esequie celebrate da don Giusto Della Valle nella mattina del 25 ottobre. Straziante il dolore della mamma con il quale Gaetano viveva in un appartamento delle case comunali di via Spartaco. "Ma chi ha visto il volto di Gaetano nella camera mortuaria - ha detto il parroco nell'omelia - ha visto un volto bello, sereno, non rovinato dalla morte. Così lo dobbiamo ricordare".

I compagni di classe di Gaetano hanno affisso uno striscione fuori dal cimitero di Rebbio: "Rimarrai sempre nei nostri cuori, ti vogliamo bene Gae".

WhatsApp Image 2019-10-25 at 10.34.33-2

Tutta Rebbio, e non solo, si è riunita per esprimere il proprio cordoglio per questa tragedia che ha lasciato a dir poco sgomenti. All'alba della domenica del 20 ottobre Gaetano è stato trovato in fin di vita con una profonda ferita alla testa. Poco dopo è morto all'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia. Così se ne è andato un ragazzo di 22 anni, dopo una normale serata trascorsa con gli amici. Le circostanze di quanto avvenuto restano ancora da chiarire e questo aggiunge ulteriore dolore e rabbia alla prematura scomparsa di Gaetano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • Como, dramma in via Leoni: trovata una donna morta

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento