I turisti disdicono i viaggi a Como: allarme di Confcommercio

Lunghe e drammatiche ripercussioni per l'economia lariana: si chiedono esenzioni da tasse e sospensione delle rate dei mutui

Prenotazioni disdette in alberghi e calo di consumatori nei negozi e negli esercizi pubblici. Confocmmercio Como teme che il periodo buio per l'economia comasca possa essere più drammatico e duraturo di quanto ci si aspetti. Per questo l'associazione di via Ballarini intende avanzare nelle opportune sedi varie proposte che possano garantire un sostegno alle piccole e medie imprese che rischiano di accusare duramente il colpo inferto dal coronavirus.

"Tra gli esercenti di Como e Provincia infatti dilaga anche l’incertezza in una futura ripresa - spiegano da Confcommercio - Se dovesse proseguire questa situazione, a prescindere dalla bontà delle misure adottate in merito al contenimento del contagio, le ripercussioni sull’economia locale si faranno sentire per lungo tempo".

Le paure

“Molte sono le disdette ad oggi pervenute negli alberghi, nelle strutture ricettive, nei ristoranti della nostra Provincia e i negozi che ruotano attorno a tali attività lamentano un drastico calo delle vendite – afferma il Presidente di Confcommercio Como Giovanni Ciceri – e anche se l’allarme dovesse terminare nel breve, il danno economico sarà comunque consistente e avrà lunghe ripercussioni”.  Secondo Confcommercio Como dovrà essere intrapresa una campagna marketing non indifferente e occorreranno sforzi consistenti per poter ristabilire una situazione accettabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le proposte

“Siamo ormai in uno stato di emergenza” - sostiene il Presidente Ciceri – “non entriamo nel merito dei decreti emanati, ma sarà sicuramente opportuno che le Autorità competenti si attivino per provvedere ad individuare una serie di interventi che portino al risarcimento dei danni presenti e futuri, ad esempio attraverso l’esenzione dalla tassazione, la sospensione di ogni forma di imposta e dei pagamenti delle rate dei mutui bancari, la facilitazione per l’accesso delle imprese al Fondo di garanzia per le Pmi, i contributi straordinari per la ripresa delle attività”. 
“Inoltre - conclude il Presidente Ciceri - si sono evidenziati atteggiamenti dettati dal panico che devono essere ricondotti a comportamenti più consoni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, consulente immobiliare scomparso: Ricardo trovato senza vita

  • Lutto nella polizia penitenziaria: si toglie la vita un assistente capo di Como

  • Mascherine gratuite in Lombardia, a Como 178mila

  • Lomazzo, ragazza di 28 anni tenta il suicidio buttandosi dal secondo piano

  • Violenza sul bus da Como a Cantù: aggrediscono una donna e prendono a bottigliate un uomo

  • La Finanza multa due ragazzi che pescano ad Argegno e un uomo che dà da mangiare alle anatre a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento