Como: incontri gratuiti contro le truffe agli anziani e alle fasce deboli

Il prossimo è il 24 gennaio

A Como continuano gli incontri organizzati dal Comune e dalla Questura per educare contro le truffe agli anziani e alle persone più esposte agli inganni. Durante gli eventi, i poliziotti illustrano ai cittadini le principali tecniche criminali con cui i malviventi cercano di  avvicinarsi alle loro vittime. Quindi spiegano come evitare di trovarsi in spiacevoli situazioni e cosa dire quando si chiamano i soccorsi, per poter agevolare al massimo il lavoro delle forze dell’ordine

Il prossimo incontro, libero e gratuito, è in programma venerdì 24 gennaio alle 15.30, in via Francesco Raschi n.6 a Como, nei locali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

“Il progetto – spiega l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Como Angela Corengia - gode del pieno appoggio dell’amministrazione comunale, che mette a disposizione spazi e quanto si rende necessario per affiancare le Forze dell’Ordine sul tema del contrasto alle truffe nei confronti degli anziani”.

“La Polizia di Stato – fa sapere la Questura - è da sempre in campo per fornire il massimo supporto e sostegno, sia sul piano repressivo, ma ancor prima preventivo, alle fasce più deboli, e questa iniziativa intende andare proprio in tale direzione. Le campagne di sensibilizzazione esprimono il senso della polizia di prossimità ed attraverso la professionalità dei poliziotti di quartiere – coloro i quali conoscono approfonditamente il tessuto sociale ed economico del territorio – siamo pronti a fornire tutte le informazioni utili ai cittadini per difendersi da questo tipo di delinquenza”.

I dati nazionali

Tra il 2016 e il 2018, i crimini rivolti agli anziani sono stati in generale in costante diminuzione, ma sono invece in lieve aumento le truffe: nel 2016 le vittime over 65 sono state 20.608, nel 2017 19.270 e nel 2018 quasi 20mila. “Il dato – sottolinea la Questura - può essere anche letto nel senso di una maggiore consapevolezza della necessità di denunciare, senza vergogna e senza la paura di apparire inadeguati, perché anziani. Il consiglio è quello di rivolgersi sempre con fiducia alle Forze di polizia per segnalare atteggiamenti sospetti e per denunciare situazioni di pericolo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Trono di spade: l'attrice che interpreta Arya Stark a Como

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

Torna su
QuiComo è in caricamento