Città dei Balocchi, troppa gente in piazza: vietata l'animazione parlante sul Broletto

La Prefettura ha proibito la proiezione animata per ragioni di pubblica sicurezza

Quest'anno a Natale niente Broletto parlante. La Prefettura per ragioni di pubblica sicurezza ha proibito all'organizzazione della kermesse natalizia "La Città dei Balocchi" di realizzare la proiezione animata sulla facciata del Broletto in piazza Duomo. Infatti, l'afflusso di pubblico nelle passate edizioni è stato così numeroso che spesso per ore la piazza restava stracolma di gente con il naso all'in su per ammirare le proiezioni luminose sulle facciate dei palazzi circostanti e, soprattutto, per attendere l'animazione parlante che partiva ogni quindici minuti.
Proprio la proiezione animata del Broletto era una delle attrazioni preferite dai bambini. Purtroppo, come detto, il prefetto ha chiesto di cancellarla dalla kermesse natalizia.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Per il momento il patrono della Città dei Balocchi, Daniele Brunati, non commenta la notizia, rimandando considerazioni e valutazioni ai prossimi giorni, quando sarà definito per filo e per segno ogni dettaglio della manifestazione. Infatti, a dispetto della cancellazione del Broletto parlante potrebbe esserci qualche altra sopresa, cioè nuove proiezioni video-musicali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz nella notte a Camerlata, il simbolo della Pace al posto di quello della Lega Lombarda

  • Como, dramma in via Leoni: trovata una donna morta

  • Monet, Cézanne, Renoir, Gauguin e Van Gogh: a Lugano arrivano i capolavori della collezione Emil Bührl

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Como, donna morta in auto sotto casa del compagno: forse l'abuso di alcol la causa

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento