Parè, chiude il libretto postale ma i suoi ultimi risparmi spariscono nel nulla

Dovevano trasferire sul suo conto in banca 350 euro ma si sono letteralmente volatilizzati

Incredibile disavventura per una donna di Colverde - Manuela C. - che si è vista andare in fumo gli ultimi risparmi che aveva in Posta. La donna ha raccontato a QuiComo di essersi recata il 26 febbraio all'ufficio postale di Parè per chiedere di chiudere il libretto postale. Nello stesso momento ha disposto che i suopi ultimi risparmi rimasti sul libretto fossero trasferiti sul suo conto corrente bancario. Il primo marzo il libretto è stato estinto definitivamente ma i soldi sul conto bancario non sono arrivati.

E' iniziata allora la ricerca per capire dove fossero finiti, ma nessuno dopo oltre due mesi ha saputo dare una concreta risposta alla signora Manuela. "Mi hanno prima detto che ci sarebbero volute due o tre settimane - racconta la donna - poi mi hanno suggerito di sporgere reclamo a Poste Italiane. Infine mi hanno detto che a loro risultava che il trasferimento dei soldi fosse andato a buon fine ma alla mia banca mi hanno assicurato che quei soldi non sono mai arrivati. E' vero che 350 euro non sono chissà che cifra, ma perché mi devono essere sottratti senza spiegazione? Voglio vederci chiaro e sono disposta anche a rivolgermi a un legale se non mi verranno subito ridati i miei soldi o se non verrà almeno fornita una valida e convincente motivazione per quanto accaduto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I magnifici 7: ecco i migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Le 10 migliori pizzerie di Como (e dintorni)

  • Dongo, cane ammazzato e buttato nel lago con un cappio al collo: è caccia al responsabile

  • Malore per una bambina appena nata: paura in centro Como

  • Como, studentessa aggredita e molestata alla fermata del bus: arrestato in piazza Vittoria

  • Abusi sessuali su quattro bambine: denunciato un allenatore di Como

Torna su
QuiComo è in caricamento