Sull'Isola Comacina il prato diventa un'opera d'arte: la nuova creazione di Ralf Witthaus

L'artista tedesco reinterpreta i perimetri delle antiche chiese e le decorazioni della zona archeologica

L'opera sull'Isola Comacina ph Mattia Verdolin

La forma delle rovine della chiesa antica diventano quelle di un gommone carico di speranza disegnato sull'erba: è la nuova opera dell'artista tedesco Ralf Witthaus, realizzata nei giorni scorsi sui prati dell'Isola Comacina. Un disegno a terra che i visitatori possono attraversare liberamente e che rimanda, nello stile grafico, alle decorazioni di oggetti ritrovati nella zona archeologica.

A prima vista è un grande disegno a semicerchio. L’aspetto esterno di un gommone si riconosce solo ad un secondo sguardo, o dall’alto, a causa delle dimensioni dell'opera: circa 240 metri quadrati. Il disegno è simile, nella forma, ai vicini resti murali planimetrici delle antiche chiese dell'isola, distrutte nel 1169 dalla guerra che Como dichiarò all'Isola e dalla furia incendiaria del Barbarossa. Secondo la leggenda, i sopravvissuti alla distruzione fuggirono sull'altra sponda del lago, in un luogo, situato nei pressi di Varenna, da loro ribattezzato "La Insula Nova". E così, infatti, l'artista di land art Ralf Witthaus ha intitolato la propria opera, rimandando simbolicamente alle persone che oggi fuggono attraverso il Mediterraneo nella speranza di un'isola sicura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'opera è stata realizzata, con decespugliatori e tosaerba, nell’ambito del progetto Residenze per Artista, che vede ogni anno artisti di varia nazionalità e provenienza soggiornare sull’Isola Comacina, organizzato da Fondazione Isola Comacina, Accademia di Brera e Comune di Tremezzina. Ralf Witthaus ha studiato arte, design e International Arts Management ad Amburgo, Bielefeld, Enschede (NL), Berlino, Colonia e Düsseldorf. Il lavoro di Witthaus combina in modo multidisciplinare disegni, scultura, art performance, art community, questioni sociali e architettura del paesaggio.
Nel 2017 l'artista tedesco aveva realizzato, sui monti sopra Musso, il disegno di un filo di perle lungo 600 metri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento