Vita in città

Degrado ai giardinetti pubblici di Como centro: immagini da terzo mondo

di

Sarà solo una coincidenza, ma nella stessa mattina (quella odierna) riceviamo una serie di segnalazioni di degrado in un paio di zone verdi della città. Non sembra di essere in centro Como, a ridosso della città murata, eppure è così. La prima foto, scattata alle 11 del mattino, ritrae un uomo – probabilmente un migrante – che orina contro il muro dei giardini pubblici di viale Varese. La donna che ha scattato la foto-denuncia assicura che la scena si è svolta davanti ad alcuni passanti, tra i quali anche bambini. L’uomo ha poi importunato la donna per obbligarla a cancellare la foto e lei ha dovuto fingere di chiamare i carabinieri per liberarsi della sua insistenza.
Le altre immagini ritraggono il giardino pubblico di via Sant’Elia, altra zona frequentata da spacciatori, soprattutto extracomunitari, e da assuntori di sostanze stupefacenti. “È diventato peggio di un campeggio” lamenta il residente autore della segnalazione.

  1. Roberto Mariano -

    Frequento i campeggi da diversi decenni ma è la prima volta che li sento associare a “zone di spaccio”. Francamente non ne ho mai incontrati…

  2. Enzo -

    Como è una città senza servizi igienici pubblici. Di cosa ci lamentiamo? Però se orini in pubblico ti spettano 10.000 euro di multa. Siamo diventati una nazione ridicola, se non da barzelletta. Non lamentiamoci se in Europa ci prendono per i fondelli, ce lo meritiamo.

  3. C'era una volta l'Italia -

    C’è solo da sperare che il nuovo Sindaco, contrariamente al vecchio, possa mettere fine allo schifo di queste indispensabili “risorse””!

  4. Uscagalambalambadù -

    Grazie sinistra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *