Vita in città

Marinai comaschi contro il Comune: “Nessuna cura per il nostro monumento”. E si rivolgono a un legale

di

Marinai comaschi in protesta contro il Comune. Nel 95° anno dalla sua fondazione il gruppo di Como dell’Associazione nazionale marinai d’Italia ha protestato contro l’amministrazione comunale per la carente manutenzione che riserva al monumento che il gruppo donò alla città esattamente vent’anni fa. Un gruppo di marinai intorno alle 20.30 di stasera (giovedì 8 giugno 2017) si è riunito davanti al monumento – una grande ancora – davanti all’ingresso di Villa Olmo per eseguire l’ammaina bandiera. “Il Comune non riserva al monumento una decorosa manutenzione – ha spiegato Alessio Pennestrì, presidente dell’associazione a livello comasco – e da molto tempo chiediamo, senza ricevere risposta, di poterci occupare noi, a nostre spese, della manutenzione. Abbiamo dovuto rivolgerci a un legale per sollecitare il Comune”.

Effettivamente le condizioni del monumento non sono delle migliori. Non tanto per il monumento in sé quanto piuttosto per l’area adiacente che è tenuta molto male: la ghiaia è stata ormai tutta smossa e gettata nel lago e il terreno circostante è spesso ricoperto da spazzatura. Per non parlare della bandiera che sventola, o meglio, sventolava di fianco al monumento: ridotta a brandelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *