Politica&Potere

Salvini a Como per Landriscina sindaco: “Abbiamo rinnovato al 99% la squadra e le facce”

Per convincere i comaschi a votare lega e il candidato sindaco del centrodestra – Mario Landriscina – secondo Matteo Salvini basta guardare a questi ultimi cinque anni. A chi teme di ritornare indietro all’epoca del sindaco Bruni, Salvini risponde che in questi ultimi cinque anni di governo della città retto dal centrosinistra poco o niente è cambiato, anzi, nulla è migliorato. Poi, però, il leader della Lega Nord, si sente di dare una sferzata di ottimismo agli eventuali elettori del centrodestra e garantisce anche che la squadra e le facce che si candideranno alle prossime elezioni di Como sono state rinnovate al 99 per cento. Chissà, forse quelle della Lega.

Già, perché in realtà sono tanti i nomi di ex (o attuali) politici locali di centrodestra che sembrano intenzionati a ricandidarsi alle prossime amministrative. Altrimenti non si spiegherebbe la presenza in piazza Grimoldi, dove si è svolto il comizio di Salvini, di storici consiglieri comunali come Pasquale Buono o Alessandro Nardone. Ci sono poi già i manifesti elettorali di Anna Veronelli (storica assessora della giunta Bruni) e dell’ex consigliere comunale Andrea Bernasconi (ai tempi nelle fila di Alleanza Nazionale).


Poi su Landriscina Salvini ha affermato che “è la sua storia è il miglior biglietto da visita, è una persona che tutti i comaschi conoscono”. Ma potrebbe essere davvero un buon sindaco vista la pressoché totale inesperienza politica? “A volte arrivare dalla vita vera può essere utile se sei circondato da persone che la macchina comunale la conoscono e hanno fatto i consiglieri e gli assessori.

Rispondi