Reati&Delitti

Stalking e tentato avvelenamento: arrestate una mamma e un’insegnante di Pusiano

Una vicenda inquietante quella che ha visto come vittima una docente dell’Istituto Rosmini di Pusiano. Per la precisione sarebbe stata vittima di stalking e addirittura di un tentato avvelenamento. I suoi “aguzzini”, o meglio, le sue aguzzine sono due donne: una collega e la mamma di un suo alunno. L’episodio scatenante rislairebbe ad alcuni mesi fa allorquando la vittima avrebbe per così dire sequestrato il quaderno di un alunno. Da lì sarebbe partita quella che, stando alla denuncia presentata dalla donna, sarebbe stata una vera e propria sequela di atti di stalking al limite della persecuzione, culminati lo scorso 9 dicembre in un tentato avvelenamento, quando cioè la collega (arrestata insieme alla madre dell’alunno) le avrebbe offerto un caffè contenente un medicinale che l’avrebbe fatta stare male. Questa mattina i carabinieri hanno proceduto all’arresto della mamma e dell’insegnante, entrambe 40enni, accusate di stalking e tentato avvelenamento in concorso. Le due donne si trovano agli arresti domiciliari.

  1. ettore -

    la rovina dei bambini sono i genitori,gli insegnanti hanno le mani legate,quando andavo a scuola e commettevo qualche infrazione,già sapevo cosa mi sarebbe successo a casa”due calci nel culo”da mio padre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *