Vita in città

Spaccano i denti alla guardia: “Verremo a rubare, tu non ci fermare”. Tre arresti a Cantù

Nelle prime ore del mattino, i carabinieri di Cantù hanno tratto in arresto tre uomini italiani, pluripregiudicati, domiciliati a Cantù, su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Como, su richiesta del pm Pasquale Addesso.

I reati contestati sono quelli di violenza e minaccia per costringere a commettere reato, lesioni personali aggravate, furto aggravato.

I fatti risalgono al mese di ottobre 2017, allorquando un addetto alla vigilanza del supermercato Lidl di Cantù è stato picchiato violentemente da tre persone per indurlo a favorirli nella commissione di furti all’interno del citato esercizio commerciale. Le indagini sono scattate a seguito di una serie di furti nei supermercati e centri commerciali del Canturino, come Bennet e Lidl di via Europa a Cantù. Si trattava di furti frequenti e ben pianificati. Gli autori creavano situazioni di.confusione importunando i clienti e il personale di vigilanza così da creare opportunità per commettere furti. Le indagini per la precisione sono scattate a ottobre 2016 a seguito di una segnalazione del pestaggio di un addetto alla sicurezza del Lidl: era stato aggredito da tre persone tra le quali un uomo che era stato fermato poche ore prima per furto nel supermercato. I tre lo hanno picchiato violentemente e lo hanno minacciato dicendogli che nei giorni seguenti sarebbero tornati per commettere furti e che lui non avrebbe dovuto ostacolarli.

Rispondi