Politica&Potere

“Una bussola per ritrovare la rotta”: Maurizio Traglio presenta la sua candidatura

“Ritrovare la rotta per riorientare Como”. Queste le parole d’ordine dell’imprenditore 61ennemMaurizio Traglio che lo scorso mercoledi ha presentato ai giornalisti la sua candidatura a sindaco di Como. Lo ha fatto senza risparmiare qualche frecciata al candidato del centrodestra Mario Landriscina: lo ha bollato come “candidato sindaco leghista”. Dall’altra parte, volendo candidarsi per il PD, Traglio non ha voluto (né volendo, forse, avrebbe potuto) stroncare l’amministrazione uscente di Mario Lucini. Anzi, ha elogiato l’operato della giunta Lucini alla quale andrebbe il merito di avere mosso i primi passi verso un cambio di rotta che però deve ancora concretizzarsi.

“L’obiettivo è riportare la città ad alti livelli, creando opportunità ed entusiasmo e il mio passato mi consente di trasferire a Como quello che ho imparato viaggiando per il mondo” “I cittadini – continua – devono essere parte integrante del percorso, sono loro che mi hanno chiesto di essere qua oggi e vanno resi orgogliosi di far parte della nostra città”

“Como è una magnifica casa che ha bisogno di essere riorganizzata. Le fondamenta sono ottime ma c’è bisogno di un lavoro di manutenzione straordinaria. E io sono qui per questo. E non è un’impresa impossibile” fa notare Traglio, citando esempi in Italia e nel mondo, uno su tutti quello di Losanna, città dove l’imprenditore ha studiato e che si è mostrata capace di una svolta decisa, frutto del coraggio di puntare sui giovani. Sono proprio i giovani che il candidato vuole coinvolgere nel suo progetto “Non desidero imposizioni da parte dei partiti, ma la mia candidatura è apertissima ad accogliere proposte per il bene della città, in particolare idee provenienti da persone nuove. Mi piacerebbe inserire nella mia squadra dei trentenni e ci sono già persone di grande valore che mi hanno garantito la loro disponibilità” Traglio ha insistito sull’importanza nella nostra città di un turismo di qualità, frutto di una città accogliente, che goda di un’elevata qualità di vita. Di pari passo vanno l’importanza del decoro urbano, della mobilità e della sicurezza, fondamentali per confermare Como una città internazionale.

“L’appoggio del PD? Sono stato io a propormi, perché lo ritengo l’unica fazione politica capace di fare passi avanti verso un rinnovamento. La giunta Lucini ha iniziato un percorso di svolta, sarebbe un’ingiustizia buttare via il lavoro fatto. Ma si può fare di più.” Sulle primarie invece “E’ giusto che si facciano, è nell’interesse dei cittadini sbloccare la situazione il prima possibile.”

Il prossimo appuntamento è fissato per il 24 febbraio, quando Maurizio Traglio incontrerà i cittadini per una presentazione allargata del progetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *