Arte&Eventi

Città dei Balocchi 2016, numeri milionari. Già al lavoro per la prossima edizione

di
grimoldi-balocchi

Si può sempre migliorare, i primi a saperlo sono gli stesso organizzatori, ma i numeri dell’edizione 2016 della Città dei Balocchi sono da record: 1.852.152 presenze in piazza Duomo nei quarantaquattro giorni della manifestione natalizia. Un dato scientifico. Consorzio Como Turistica ha, infatti, riattivato le speciali apparecchiature che conteggiano le persone che transitano in piazza Duomo nell’ambito di un progetto che coinvolge Fluxedo e Politecnico di Milano.

Il record spetta al giorno dell’Immacolata con 80.075 presenze. Sempre molto alte le affluenze dei fine settimana prima e dopo Natale, (61.397 sabato 3 e 58.99 domenica 4, 78.191 sabato 10 e 67.584 domenica 11, 64.015 sabato 17 e 64.388 domenica 18). Moltissime persone, naturalmente, nei giorni a cavallo di Natale: tra il 23 dicembre e Capodanno 450mila presenze. Secondo l’analisi di Fluxedo, non ci sono giornate in estate che si avvicinano come affluenza a quelle di Città dei Balocchi. I giorni di punta della manifestazione natalizia hanno visto 5 volte più persone della media delle giornate estive.

Grazie alla sinergia e all’impegno degli organizzatori, dello staff, di tutti i collaboratori e gli sponsor, la XXIII edizione ha raggiunto una inimmaginabile quota record. 1.850.000 presenze significano che Como può e deve promuovere il turismo con grandi eventi capaci di attirare un numero di persone sempre più elevato. In 44 giorni, gli appuntamenti si sono susseguiti ad un ritmo incalzante, in una manifestazione poliedrica, attenta alle tematiche e alle tendenze in continuo mutamento. Le persone si sono emozionate, divertite, hanno colto l’atmosfera più bella di Como e, ne siamo certi, hanno incrementato l’economia della Città sia in termini di consumi ma anche in termini di lavoro creato per l’organizzazione della manifestazione.

Prima è stato il noto sito di viaggi Trivago a collocare Como fra le prime 10 mete turistiche in Italia consigliate per festeggiare il Capodanno. Poi si è aggiunto Booking con un avviso comparso sui pc di tutte le persone che, attraverso il sito, hanno provato a prenotare una camera per le feste appena passate: «La meta scelta sul nostro sito è molto richiesta dai viaggiatori». L’indice di occupazione delle strutture, nel periodo fra Natale e l’Epifania è arrivato al 75%. Sotto Capodanno, la nostra città ha sfiorato il 100%, uno dei più alti di tutta la Regione, pari a quello delle località di montagna. I dati dell’ufficio turistico comunale del Broletto parlano chiaro: nel mese di dicembre si sono rivolti all’infopoint in totale 2.659 turisti, di cui 1.738 italiani, 307 spagnoli, 116 francesi, 83 britannici, 67 tedeschi: molte le richieste si informazione su Città dei Balocchi. Raffrontando il mese precedente, novembre, si vede la differenza: gli accessi erano stati 1.754, circa mille in meno.

 

Difficile quantificare l’indotto generato dalla presenza di oltre un milione e 800 mila visitatori. Ma se ciascuno di essi spendesse anche solo 5 euro – bastano il parcheggio e un caffè – si arriverebbe a una cifra di circa 9 milioni euro. Ma ovviamente, come peraltro indicano i dati del sondaggio realizzato da Città dei Balocchi – molti visitatori hanno speso di più, hanno fatto shopping e comprato regali nei negozi della città e al Mercatino di Natale. Molti hanno soggiornato per una o più notti, hanno pranzato e cenato nei ristoranti della città, si sono seduti ai tavolini dei bar, sempre affollati a ogni ora del giorno. Probabilmente non si sbaglia se si pensa a un indotto che varia fra 15 e 20 milioni di euro, contando anche il fatturato generato dal lavoro dato alle aziende fornitrici e al personale impiegato direttamente o indirettamente durante la manifestazione.

 

Jpeg

Il successo di Città dei Balocchi, come ha sottolineato Daniele Brunati in conferenza stampa, si deve a un lavoro di gruppo ben collaudato che coinvolge centinaia di persone, fra le aziende che lavorano alle diverse fasi dell’allestimento, il personale impiegato nelle oltre 50 casette del Mercatino di Natale, i giovani impiegati direttamente dall’organizzazione in qualità di animatori, e poi le persone che lavorano per il Progetto Scuola, le attività di animazione, le iniziative, gli spettacoli, il Capodanno, l’arrivo di Babbo Natale e della Befana, le diverse realtà che fanno funzionare per quasi due mesi una macchina così complessa, i tanti volontari che partecipano con entusiasmo alla manifestazione. Un totale complessivo di quasi 500 persone coinvolte a vario titolo.

 

 

LA SOLIDARIETA’

Città dei Balocchi offre alla Croce Azzurra la possibilità di gestire la Pista del ghiaccio, il cui ricavato, al netto dei costi di realizzazione, noleggio attrezzature e gestione sarà utilizzato dall’Associazione per l’acquisto di un veicolo Fiat Ducato nuovo, che successivamente verrà allestito come ambulanza. Un nuovo mezzo che entrerà in linea nel corso dell’anno per rafforzare e migliorare il servizio che la Croce Azzurra di Como svolge da anni in ambito sia di Emergenza Urgenza che in quello del servizio alle persone che necessitano di trasporto a mezzo ambulanza. Ogni anno il successo dell’iniziativa premia sia Città dei Balocchi, sia Amici di Como quale major sponsor, sia la Croce Azzurra, con continuo aumento delle persone che trascorrono momenti di divertimento donando allo stesso tempo un concretamente aiuto all’Associazione.  Quest’anno gli accessi con donazione e quelli distribuiti gratuitamente ad associazioni hanno raggiunto il record di 18.000 presenze.

MEDIA E SOCIAL 

Oltre alla stampa locale, moltissime testate giornalistiche nazionali hanno dedicato spazio alla Città dei Balocchi: Corriere della Sera, Repubblica, Il Giornale, Panorama, la Rai e Rai International, solo per citarne alcune. In totale, quest’anno, sono stati pubblicati circa 400 articoli tra carta stampata.

Ma il canale più importante di diffusione è stato attraverso i social media, che hanno avuto una vera e propria impennata. Per il sito www.cittadeibalocchi.it, circa 40.000 visitatori univoci e oltre 149.000 pagine viste. Dati importanti che significano un 92% in più di utenti e il 73% in più di contenuti consultati, con 68 paesi e 1.184 città raggiunte in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *