Vita in città

Permesso disabili falso su auto davanti al Municipio. Una semplice multa e via

di

Questa mattina un’auto era parcheggiata sul posteggio riservato ai disabili proprio davanti all’ingresso del Municipio di Como. A prima vista tutto sembrava regolare, visto che sul cruscotto spiccava in bella vista il contrassegno per disabili che permette, appunto, di sostare nei posteggi riservati ai portatori di handicap. Tale contrassegno, inoltre, permette a chi ne è titolare diverse altre agevolazioni, come la sosta gratuita anche sui posteggi blu a pagamento, o l’ingresso nelle zone a traffico limitato. Qualcuno, però, si è accorto che il pass esposto sulla vettura davanti al Comune di Como aveva qualcosa che non quadrava. Il bollino olografico non “sbrilluccicava”, cioè non rifletteva nulla. Dunque, il pass è apparso, amnche agli occhi dei vigili, falso, cioè fotocopiato. Ecco, allora, la multa da 59 euro e due punti decurtati dalla patente. L’automobilista con il finto pass disabili pagherà la multa (forse) oppure la contesterà, esibendo (forse) il vero pass in un secondo momento, affermando magari che la polizia locale si è sbagliata?

  1. pino -

    In questi casi bisogna bloccare l’autovettura per almeno un mese e multa di 1000 euro troppi ne approfittano usandolo in modo fraudolento

  2. Fabrizio Gasturi -

    Se la multa è di soli 59euro e basta un po’ di “luccicanza”… forse conviene passare in copisteria anziché cercare parcheggio per mezz’ora in viale Varese tutte le sere.
    In ZTL ci sono più portatori d’handicap che al S.Anna; siamo sicuri siano tutti realmente bisognosi? Non vorrei mai che chi ne avesse realmente bisogno poi restasse senza.

  3. Paolo -

    Boh, ma a me sembra una violazione da codice penale (non so, tipo truffa) altro che 59 euro. Moralmente anche peggio di quella che ha fotocopiato l’abbonamento ASF, condannata dal tribunale infatti. Spero bene che i vigili trasmettano notizia di reato al giudice.

Rispondi