Siringhe al parco giochi di via Vittorio Emanuele a Como

Ecco tutti gli interventi preliminari del consiglio comunale del 24/02/2011

Una siringa è stata trovata da un residente nel parco giochi di via Vittorio Emanuele, in pieno centro storico, dove mamme e papà portano a giocare i loro bambini. A trovarla è stato Marco Burci, padre di una bimba di 2 anni. La segnalazione è stata raccolta dal consigliere comunale Alessandro Rapinese che ieri l’ha comunicata al consiglio in occasione delle dichiarazioni preliminari. Oltre alla preliminare di Rapinese, che si è fatta notare per la gravità dell’episodio raccontato, riportiamo una sintesi delle altre preliminari. Vi proponiamo anche il filmato integrale per ognuna di esse.

Emanuele Lionetti (Autonomia Liberale) – Lionetti chiarisce una volta per tutte la posizione di Autonomia Liberale presa nella seduta di lunedì 21 febbraio, quando ha votato differentemente dal Pdl.

Donato Supino (Prc) – I tagli ai finanziamenti del Governo destinati ai trasporti (e non solo) si ripercueteranno sulle tasche delle famiglie.

Roberta Marzorati (Lista per Como) – Dubbi sulla spesa che hanno dovuto sostenere i commercianti che hanno posizionato le casette di legno in piazza Cavour in occasione della Città dei Balocchi. Inoltre, richiesta di rassicurazioni sui rischi per la salute legati all’area ex Ticosa.

Guido Martinelli (Lega Nord) – Leghisti favorevoli all’aumento delle tariffe dei parcheggi, ma non dei biglietti dei bus.

Luigi Bottone (Autonomia Liberale) – Perché i consiglieri non possono avere dati ed elementi che riguardano l’attività dei dirigenti, mentre una società esterna può chiedere dati e fare domande ai dipendenti per predisporre uno studio (dal costo di 18mila euro) sul grado di stress dei dipendenti comunali?

Mario Molteni (Lista per Como) – Considerazioni sulle spese di gestione dell’autosilo Valmulini: quali sono le intenzioni del Comune visto che costa 350mila euro all’anno?

scritto da © Riproduzione riservata

Lascia un commento